San Giorgio in Salici: Devastante incendio a Rosolotti. Strage di bovini e gravi danni agli edifici

Verso le 13 di ieri giovedì 24 luglio il fuoco divampato in un cortile a Rosolotti, una borgata di San Giorgio in Salici, ha distrutto una vecchia corte con abitazioni, annessi ed una stalla con circa una quarantina di bovini.

Nessun ferito tra le persone; un anziano è stato prelevato dal suo letto prima che le fiamme avvolgessero la sua abitazione. Al momento non è ancora chiaro da dove le fiamme siano partite e i Vigili del fuoco, arrivati con un po’ di difficoltà a Rosolotti, ieri verso tardo pomeriggio non avevano ancora terminato di spegnere gli ultimi focolai.

Quasi tutti i bovini sono morti carbonizzati all’interno della stalla; solo sette mucche sono state liberate ancora vive, anche se con evidenti segni di bruciature, dai Vigili del Fuoco.

Nell’incendio è bruciata anche un’automobile (una Fiat 500 nuova) mentre una vecchia Alfa 33 con impianto a metano è stata trasportata via prima che con il calore potesse esplodere.

Gravissimi i danni anche alle abitazioni della corte; due famiglie hanno visto in pochi minuti svanire il lavoro di una vita.

Giulio Braggio
Abita a San Giorgio dalla nascita (14 marzo 1960). Sposato con Paola, è attivo da sempre nel mondo del volontariato. Ha fatto anche un’esperienza politica a livello locale come Consigliere comunale dal 1990 al 1998. Da una decina d’anni lavora nel sindacato Cisl. E’ appassionato di fotografia, informatica, automobilismo e amante dei cani. Collabora con il Baco da Seta dal 2002.