San Giorgio in Salici, con Alberto un vero negozio a misura di paese

Nuova apertura a San Giorgio in Salici per l’attività enogastronomica di Alberto Bolgia: Sapori e Bontà, inaugurata il 6 ottobre scorso.

Dopo aver gestito per cinque anni il negozio di alimentari in via Santini, l’attività di Alberto si sposta in via Belvedere e si rinnova. Nasce quindi una vera e propria bottega di paese, piccola ma buona, per venir incontro alle esigenze dei consumatori del 2021 che, a quanto pare, tornano a cercare una maggiore qualità dei prodotti e di un contatto diretto con chi è a conoscenza della materia prima.

Un vero ritorno al passato, un locale dove gustare generi alimentari diversi ma tutti accomunati dalla passione dei loro produttori per il biologico e per l’healthy food. Gli alimenti, quali salumi, formaggi, sughi, conserve, svariati tipi di pasta, sono tutti di origine italiana, sia locali che provenienti da alcune regioni quali Calabria e Sicilia. Non manca un’accurata selezione di vini, birre e bevande analcoliche.

Un negozio a misura di paese, un ambiente semplice e familiare, dove poter non solamente acquistare dei prodotti ma anche degustarli durante un aperitivo.

“Mi piace l’idea di lavorare a contatto con la gente – afferma Alberto – la mia idea rimane quella di cercare di lavorare con produttori locali e nazionali, di fare rete e di proporre prodotti che non si trovano nella grande distribuzione. Sono convinto che le persone cerchino il prodotto di qualità, è vero che il prezzo è diverso, ma anche la lavorazione del prodotto è diversa, e i consumatori se ne accorgono. Molti clienti mi hanno seguito e continuano ad acquistare da me, questo perché hanno fiducia in ciò che faccio e sanno che qui possono trovare il prodotto di qualità che non trovano altrove”.

Un progetto portato avanti grazie alla collaborazione di Giulia Passarini, all’aiuto di papà Roberto e al sostegno della moglie Chiara. A breve verranno organizzate delle giornate di degustazione, durante le quali verranno proposti prodotti di stagione di provenienza locale.

Articolo precedenteCovid. Lunedì 18 ottobre a Sona 2 positivi in più. In Italia l’81,23% della popolazione vaccinabile ha completato il ciclo
Articolo successivoIngresso ad Illasi e Cellore per don Pietro Pasqualotto. Ad accoglierlo anche due sindaci
Nasce il 28 febbraio 1985 e risiede a San Giorgio in Salici da sempre. Si è laureata con lode in Lingua e Letteratura Moderna e Contemporanea, ha tre Master e attualmente insegna ai ragazzi delle scuole medie. E' sposata con Carlo, un collega di università, e ha due bambini. Adora fare la mamma, cucinare torte e guardare film romantici.