Sagra parrocchiale di Sona, da venerdì inizia un’esperienza di comunità nel segno dei giovani

La tradizionale sagra parrocchiale di San Luigi a Sona è pronta anche quest’anno al debutto venerdì 1 settembre con l’ormai consolidata articolazione in ben sei serate fino a mercoledì 6 settembre.

Un’occasione per la comunità di Sona molto ricercata non solo dagli adulti, ma soprattutto dai giovani e dai ragazzi e ragazze che sempre più la interpretano non solo come occasione di divertimento ma anche di servizio in particolare nelle attività del chiosco gastronomico. Rispetto all’anno scorso sono infatti raddoppiate le adesioni dei ragazzi che scelgono questo evento come opportunità di svolgere un servizio.

Di particolare apprezzamento la fase preparatoria al servizio dei ragazzi coinvolti che ha previsto il miglioramento qualitativo del servizio di consegna pasti con l’obiettivo di creare relazione con le persone servite favorendo il loro agio e verificando il gradimento del servizio con brevi interviste. Una bella occasione di crescita in termini di consapevolezza e maturità.

Ed è per loro che domenica 3 settembre alle ore 17 è stata inserita nel programma una nuova iniziativa di ludoteca itinerante chiamata “FuoriGioco”.

Sono questi gli elementi che si ricavano dalle introduzioni del libretto di presentazione del programma a cura del parroco don Giorgio Zampini e del Comitato organizzatore e sono da considerare con particolare interesse vista la diffusa difficoltà di creare occasioni di coinvolgimento delle nuove generazioni.

Scorrendo il programma, ogni giornata prevede un servizio enogastronomico di qualità con primi piatti, secondi e dessert, accompagnati da contorni e bevande e la ricca pesca di beneficenza presso le opere parrocchiali. In merito, l’organizzazione ricorda che continua il suo impegno per ridurre al massimo la produzione di rifiuti, utilizzando per la maggior parte, stoviglie riutilizzabili e posateria in acciaio inox, e quest’anno anche per il dessert.

Unica eccezione non riutilizzabile saranno le vaschette per le patatine gourmet che comunque saranno in polpa di cellulosa, un materiale ecologico che si ricava da fonti naturali, completamente biodegradabile.

Il programma di venerdì 1 settembre, prima serata, si apre con la messa alle 18.30 e prevede alle 21 il concerto del Corpo Bandistico di Sona. Sabato 2 settembre, si apre con la S. Messa prefestiva delle 18.30 per proseguire poi con la vendita di torte a favore delle attività Parrocchiali e l’estrazione benefica fiori pro Centro Aiuto Vita. La serata continuerà dalle 21 con la musica degli “Encore Dire Straits Tribute”.

Di sicuro interesse anche l’apertura della mostra itinerante dal titolo “La Pieve di Santa Giustina” organizzata dall’associazione La Torre di Palazzolo con la collaborazione della Pro Loco Sona.

Domenica 3 settembre, da segnalare l’aperitivo in piazza alle 11.45 e, alle 17, come anticipato in apertura, giochi in piazza all’insegna del divertimento con FuoriGioco “Ludoteca itinerante” con tante attività per bambini e ragazzi. La serata continua poi in piazza alle 21 con il concerto della “Devius Band Live”.

Lunedì 4 settembre, alle 18.30 la tradizionale messa con i sacerdoti originari di Sona, i parroci che hanno svolto il ministero, i diaconi di Sona e i sacerdoti dell’unità pastorale sarà arricchita dal 10° anniversario dell’ordinazione diaconale di don Fabio Mazzi. Dalle 21 poi la serata prevede il Karaoke con “Tony & Flo” in collaborazione con Avis Comunale di Sona.

Martedì 5 settembre, viene confermato come il “martedì delle corse” con la parenza alle 14.30 della classica e famosa corsa ciclistica Gran Premio San Luigi. Alle 18.30 S. Messa di ringraziamento per il 25° anniversario di sacerdozio di don Luca Carcereri. Dalle 21 serata musicale con l’orchestra Susanna Pepe.

Infine, mercoledì 6 settembre, serata finale con alle 21 con “2000 Beat”, la prima Tribute Band dedicata agli anni 2000, ed alle ore 23 spettacolo pirotecnico a cura di “La Pirofantasia Fireworks” e concerto di campane a seguire.

Proposta importante dei giorni di sagra è anche la rinnovata esposizione di icone sacre curata da Loredana Zoccatelli intitolata “La Bellezza della Verità contemplando l’Invisibile” che sarà allestita nella chiesa parrocchiale.

Sono tante anche in questa edizione le realtà economiche che sostengono la realizzazione di un evento che richiede tanto impegno ed organizzazione, ma che è ricompensato dalla voglia di incontrarsi e di fare festa tipica di una comunità religiosa e civile.

SCARICA QUI IL LIBRETTO COMPLETO DELLA SAGRA PARROCCHIALE DI SONA 2023

Enrico Olioso
Nato a Bussolengo il 16 agosto 1964, risiede dall’età di 5 anni a Sona (i primi 5 anni a Lugagnano). Sposato con due figli. Attivo nel mondo del volontariato fin dall’adolescenza, ha fatto anche esperienza di cooperazione sociale. È presidente dell’associazione Cav. Romani, socio Avis dal 1984 e di Pro Loco Sona dal 2012. Fa parte della redazione di Sona del Baco da Seta dal 2002. È tra gli ideatori del progetto Associazioni di Sona in rete attivato nel settembre 2014 e del progetto Giovani ed Associazioni attivato nel 2020.