Sabato conferenza di Paolo Rumiz a Villafranca, metterà a confronto il 1917 con il 2017

Paolo Rumiz (nella foto), apprezzato giornalista e scrittore, sarà il protagonista, sabato 4 marzo presso l’Auditorium di Villafranca, di un incontro molto interessante, in cui confronterà due anni cruciali della storia europea: il 1917 e il 2017.

Questa occasione di preziosa riflessione su un tema molto attuale è stata pensata dalla Fondazione CIS, in collaborazione con la Libreria Castioni di Lugagnano, sempre molto attiva nel contribuire alla nascita di incontri culturali stimolanti.

A presentare sarà il Docente di storia e filosofia Marino Rama, conosciuto a Sona per le sue interessanti serate storiche all’interno del programma dell’Università Popolare, mentre a dialogare con l’ospite sarà Paolo Bertezzolo, Presidente della Fondazione CIS.

Il cambiamento che ha investito l’Europa nel 1917 è stato potente e ne ha alterato la fisionomia in modo radicale. Anche oggi, nel 2017, sembra che essa stia attraversando una grave crisi. Paolo Rumiz, esperto conoscitore del primo conflitto mondiale e delle guerre jugoslave, cercherà di confrontare questi due momenti particolari della nostra storia, riflettendo anche sui possibili futuri scenari.

Tra la Brexit da un lato e l’insediamento di Trump alla Casa Bianca dall’altro, saprà la nostra patria comune mantenere una sorta di unità e reagire o rimarrà vittima degli egoismi nazionali?

Sabato alle ore 16 presso l’Auditorium di Villafranca viene offerta l’opportunità di riflettere e saperne un po’ di più insieme a Paolo Rumiz. Ingresso Libero.

Articolo precedenteFurto in una casa a Lugagnano. I Carabinieri: “è in azione una banda di Albanesi”
Articolo successivoRottamazione delle cartelle esattoriali: poche certezze anche a Sona
Nata a Verona nel 1977, si è diplomata al liceo classico e ha conseguito la laurea in Lettere presso l'Università di Verona. Sposata, con due figli, insegna Lettere presso il Liceo Medi di Villafranca. Lettrice appassionata, coordina il Gruppo Lettura della Biblioteca di Sona.