Sabato Bussolengo si mette in gioco con la Festa dello Sport

Sabato 9 settembre a Bussolengo torna la Festa dello Sport, organizzata dal Comune con la collaborazione della Pro Loco di Bussolengo e la partecipazione delle società sportive e delle associazioni del territorio.

L’evento si svolgerà presso gli impianti sportivi Carlo Adami di via Molinara dalle 9 alle 23. Per tutta la giornata si alterneranno le esibizioni delle varie discipline che i presenti potranno provare gratuitamente. La serata sarà animata da spettacoli e balletti organizzati dalle palestre cittadine con la presenza di stand enogastronomici e bar.

L’evento sarà una festa e un’occasione importante per la promozione dell’attività sportiva come componente di crescita e occasione di condivisione, in particolar modo per i giovani. Tante le discipline protagoniste della giornata: pattinaggio, basket, scacchi, calcio, volley, canoa, softball, tamburello, mini tennis, tennis, arti marziali, atletica, yoga, bioginnastica, ginnastica artistica, danza, per incuriosire e coinvolgere il pubblico di tutte le età.

“La Festa dello Sport è una manifestazione a cui teniamo moltospiega l’assessore allo sport Giovanni Amantiaperché è l’occasione per offrire a tutti una giornata di sano divertimento. La pratica sportiva non ci aiuta solo ad avere uno stile di vita migliore ma ci offre anche opportunità di crescita personale, fondamentali soprattutto per i più giovani. A Bussolengo abbiamo la fortuna di avere tante associazioni e società sportive e con questa Festa vogliamo aiutarle a promuoversi e farsi conoscere per dare una spinta alla pratica sportiva. Per i partecipanti sarà l’occasione di mettersi alla prova e trovare lo sport più adatto. A nome dell’amministrazione ringrazio la Pro Loco, i volontari, le associazioni e tutte le persone impegnate a vario titolo per la buona riuscita di questa giornata”.

Federica Valbusa
Nata nel 1988, coltiva la passione per la scrittura da quando era bambina. Da ottobre 2020 è Vicedirettore del Baco, per cui scrive da quando aveva 17 anni. Laureata in Scienze filosofiche all’Università San Raffaele di Milano, ha poi conseguito il dottorato di ricerca in Scienze dell’educazione e della formazione continua all’Università di Verona, dove ora insegna. È giornalista pubblicista, iscritta all’Ordine dei giornalisti del Veneto, e ha collaborato per dieci anni con il quotidiano L’Arena, come corrispondente per il territorio sonese.