Ritrovata Nadia Aschieri, ora è in ospedale ma sta bene

La notizia tanto attesa è arrivata stamattina. Nadia Aschieri, la quarantaduenne di Lugagnano scomparsa lo scorso venerdì da casa sua è stata ritrovata. Già ieri sera, grazie ad una preziosa segnalazione, era stata individuata la sua macchina, una Volksvagen Polo, ed oggi è stata rintracciata finalmente lei, in zona Chievo nei pressi del canale artificiale Biffis. 

 

Nadia è stata subito ricoverata presso l’Ospedale di Borgo Trento per alcuni accertamenti, ma sembra stia bene. Ma sta bene ed il marito è già in ospedale con lei. 

 

La scomparsa di Nadia, che prima di sparire aveva lasciato un biglietto di saluto molto preoccupante, aveva allarmato e coinvolto tutta la comunità di Lugagnano e del Comune di Sona e si era immediatamente messa in moto una vera gara di solidarietà e di passaparola, attraverso soprattutto le vie di internet. La notizia data dal Baco, ad esempio, ha avuto in poche ore più di 600 condivisioni.

 

La cugina Tamara, che aveva allertato la Redazione del Baco poche ore dopo la scomparsa, contattata stamattina si dice ovviamente felicissima. “Personalmente posso solo ringraziare tutti quelli che hanno condiviso, cercato e che incontravamo nelle ricerche e sapevano di lei. Ringrazio gli amici su internet, Il Baco da Seta e L’Arena che hanno permesso di diffondere la notizia, perché l’auto è stata ritrovata grazie ad una segnalazione”.

 

La Redazione
Il Baco da Seta nasce nel 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews