Rischio caduta pioppi a Guastalla

Bisognerà attendere ancora a lungo perché inizino i lavori per la riqualificazione di viale Guastalla. La strada che nel suo chilometro di lunghezza attraversa parte del territorio di Sommacampagna e Sona è da tempo al centro di polemiche. Negli ultimi anni la metà degli alti pioppi che la costeggiano sono caduti per il forte vento, creando apprensione tra gli abitanti e tra coloro che attraversano quel tratto. In un caso un uomo e la sua famiglia rischiarono la vita a causa di un ramo che s’infilò nel radiatore della loro auto durante una tempesta.

 

«Nella parte del viale che attraversa Sommacampagna restano in piedi una quarantina di alberi», spiega Paolo Franchini, geometra responsabile dell’ufficio tecnico del Comune di Sommacampagna, «i pioppi sono stati piantati a metà degli anni Cinquanta e hanno un ciclo vitale breve che si esaurisce tra i 50 e i 100 anni. Ogni volta che c’è vento temo che cada un altro albero».

 

La stagione che sta arrivando, con i suoi venti e temporali, non fa altro che aumentare le preoccupazioni di tutti. L’ex assessore ai lavori pubblici di Sommacampagna Gianluca Mengalli aveva dichiarato, circa un anno fa: «La piantumazione è prevista per l’autunno 2009». Paolo Franchini dice: «I comuni di Sona e Sommacampagna hanno intenzione di portare a termine il lavoro ma le tempistiche si sono allungate. C’è stato anche un incontro con il sindaco di Sona Gualtiero Mazzi quando si insediò. Forse a Sona hanno altre priorità: mi hanno inviato una bozza via mail che io ho corretto e rispedito. Da allora a Sommacampagna siamo in attesa. Sona deve approvare l’accordo del programma definitivo così potrò farlo a mio volta. Successivamente, per avere tutte le autorizzazioni necessarie ed iniziare i lavori, passeranno ancora parecchi mesi». Franchini puntualizza: «La nostra amministrazione ha già stanziato 220 mila euro sul totale dei 450 mila che serviranno per valorizzare l’area. Il resto della cifra la dovrebbe pagare l’amministrazione di Sona».

 

Stefano Stanghellini, assessore ai lavori pubblici del Comune di Sommacampagna, dichiara: «Di tutte le cose dette da Mengalli niente è stato fatto. Le piante sono vecchie e vanno cambiate quanto prima. Potremmo costruire anche una pista ciclabile». Paolo Franchini esclude questa proposta: «La ciclabile al momento non è la priorità. Con i privati che possiedono i campi dove sono piantati gli alberi siamo giunti all’accordo di espropriare 4-5 metri di terreno partendo dai lati della strada. Così potremo estirpare le vecchie piante e piantarne di nuove». Sembra che anche le nuove piante saranno pioppi nigra di varietà italica piramidalys, come quelle che già caratterizzano il viale. «Questo sembra essere il volere sia dell’amministrazione di Sommacampagna che di quella di Sona», conclude Franchini.

 

Massimo Vincenzi, responsabile del settore lavori pubblici urbanistica del Comune di Sona, dichiara: «Essendo qui da soli otto mesi mi sono occupato di viale Guastalla solo recentemente. Da quanto so ci sono diversi problemi che le due amministrazioni dovranno risolvere. Il fatto che gli alberi sorgano in proprietà private è uno di questi. Inoltre ritengo che piantare pioppi identici a quelli che attualmente stanno creando tanti problemi non sia saggio in previsione futura».