Riqualificazione dell’illuminazione pubblica sul territorio di Sona: nuovo intervento di 130mila euro del Comune

In applicazione del “Decreto crescita” dell’aprile del 2019, il Comune di Sona ha ricevuto 90mila euro per realizzare interventi nel campo dell’efficentamento energetico e dello sviluppo territoriale sostenibile

L’Amministrazione comunale ha colto e sviluppato tale opportunità di finanziamento scegliendo di investire le risorse assegnate nella riqualificazione degli impianti di pubblica illuminazione dei centri storici di Sona capoluogo, San Giorgio in Salici, Palazzolo e Lugagnano, tramite sostituzione completa o relamping con tecnologia a Led di circa 150 corpi lampada esistenti.

Le zone individuate per la sostituzione sono state selezionate operando secondo criteri di omogeneità del contesto e distribuendo gli interventi nei quattro centri urbani e nelle principali zone di aggregazione delle frazioni comunali attraverso un nuovo concept di illuminazione, mantenendo i più elevati standard di risparmio energetico ed economico, con una particolare attenzione riservata alla riduzione dell’inquinamento luminoso.

Per poter garantire il completamento degli ambiti territoriali individuati, sono stati stanziati da parte dell’Amministrazione Mazzi ulteriori 40mila euro portando il valore dell’intervento a 130mila euro.

Complessivamente l’intervento programmato consentirà di conseguire una riduzione dei consumi del 75%, con grande risparmio energetico e una forte connotazione di rispetto ambientale nei centri abitati del nostro territorio.

I lavori saranno avviati entro febbraio e completati in tre o quattro settimane. Nel capoluogo è prevista la sostituzione di 32 lampade in Piazza Roma, Piazza Della Vittoria, via Dei Gesuiti e via G. Marconi. A Lugagnano verranno sostituite 37 lampade in Via 26 Aprile, in via Cao del Prà, in via Pelacane e piazza Don E. Brunelli. A San Giorgio in Salici è prevista la sostituzione 34 lampade in via Celà, in via Belvedere e in via Cortivi. A Palazzolo verranno sostituite 48 lampade in via e Piazza 4 Novembre, in via Prele, in via Gatta e Monte Paul e via Ghiaia.

“Con il responsabile del procedimento, Stefano Baciga, responsabile di settore – spiega il Sindaco Gianluigi Mazzi -, si è deciso di spalmare su tutto il territorio l’attivazione della posa in opera di nuovi corpi illuminanti, che vadano in prima istanza ad efficientare il risparmio energetico e di abbattimento del livello di inquinamento luminoso ed elettromagnetico di strutture obsolete da eliminare. In seconda istanza, si sono voluti dare segnali concreti rispetto alla vivibilità dei punti cardine del nostro territorio, che così serviti da nuovi impianti luminosi garantiranno ai cittadini maggior sicurezza sia alla persona che alla viabilità che scorrerà su strade rese più adeguate al traffico su ruota e al camminamento pedonale”.

“Un paese illuminato – conclude Mazziè anche luogo di incontro e socializzazione, quindi sicurezza. Un territorio innovato da nuove forme energetiche sostiene l’ambiente e l’esigenza di rendere sempre più compatibili le necessità del cittadino, la sensibilità ecologica e il risparmio energetico”.