Riparte il Piedibus a Lugagnano, cercasi volontari. Mercoledì una riunione organizzativa

Ascolta questo articolo

Con l’inizio delle lezioni, a Lugagnano ripartirà a breve anche il Piedibus. Il servizio è completamente gratuito ed è rivolto agli studenti della scuola primaria “Silvio Pellico”. Usufrendo di questa iniziativa del Comitato Genitori di Lugagnano, i bambini hanno l’opportunità di  recarsi a scuola a piedi, sotto la guida di accompagnatori (genitori, nonni o zii), che partono dai vari punti di raccolta delle varie linee e li conducono fino all’istituto scolastico. Il servizio è davvero prezioso perché permette ai piccoli un po’ di sano movimento e viene in aiuto ai genitori che lavorano, liberandoli dall’incombenza di accompagnare ogni giorno i figli a scuola. Va anche ricordato che permette di ridurre lo smog, facendo diminuire il traffico di auto nei pressi della “Silvio Pellico”.

Fino alla fine dell’anno scolastico il servizio verrà garantito tutti i giorni di lezione, ad esclusione delle eventuali occasioni di sciopero del personale scolastico. Le linee che verranno attivate saranno cinque: due con capolinea a Mancalacqua (partenza da via Volturno e da via Tirso), una con capolinea via Barbarani, una che parte dalla rotonda di via Salazzari e una con capolinea il parcheggio della “Casa di Alice”,in via Kennedy.

Per poter garantire tutte e cinque le linee, il Piedibus ha bisogno di volontari. Per diventare accompagnatore basta avere anche solo un giorno a settimana da mettere a disposizione nella mezz’ora circa (tra le 7,40 e le 8.05) che precede l’entrata a scuola degli studenti, scortandoli a piedi nel tratto che va dalla fermata Piedibus all’istituto scolastico.

Mercoledì 27 settembre presso l’aula Magna dell’istituto “Anna Frank” alle ore 21 si tiene una riunione informativa ed organizzativa rivolta a tutti i genitori che hanno deciso di usufruire del servizio e a chi intende proporsi come accompagnatore. Durante l’incontro verrà anche consegnato il materiale necessario (casacca), che dovrà essere poi restituito a giugno, per cui si raccomanda di utilizzarlo con cura.