Ricucire la comunità a Sona, il Qoelet, lo sport e le responsabilità dell’assessore Dalla Valentina

Nel Qoelet, uno dei libri più profondi dell’Antico Testamento, redatto in ebraico da un autore ignoto che afferma di essere Re Salomone, si scrive che vi è “un tempo per strappare e un tempo per cucire” in quanto “tutto ha il suo momento, e ogni evento ha il suo tempo sotto il cielo”.

Ecco, dopo i lunghi mesi in cui siamo stati costretti a strappare, e forzare le distanze a causa della pandemia, ora è tornato il tempo di cucire. Mantenendo sempre grande attenzione, perché la pandemia non è finita, ma è tempo di tornare a lavorare sulla ricostruzione dei rapporti, anche pubblici.

A Sona una grande responsabilità e opportunità lungo questa direzione è nelle mani dell’assessore allo sport Gianfranco Dalla Valentina (nella foto di Mario Pachera). Come abbiamo scritto anche nello speciale presente sull’ultimo numero della nostra rivista, le olimpiadi di Tokyo ed in generale l’incredibile estate sportiva che abbiamo vissuto – dagli europei di calcio a quelli della pallavolo – ci hanno fatto capire la forza di aggregazione che risiede nello sport.

Un ragionamento che va ben oltre la pura pratica sportiva, già di per sé importante per aiutare a diventare cittadini completi (“mens sana in corpore sano”, ce lo insegnavano ancora i romani con Giovenale nelle Satìre). Perché lo sport, e qui arriviamo a Sona, può diventare veramente strumento di ricostruzione di una vita pubblica che coinvolge i bambini, i ragazzi e le loro famiglie.

Impianti sportivi, campi da calcio e da rugby, palestre, piastre attrezzate possono realmente trasformarsi nel luogo fisico, ma anche simbolico, nel quale ritrovare una comunità che i mesi del Covid si è progressivamente sfilacciata, arrivando addirittura in alcuni casi a strapparsi.

Aiutare (anche economicamente) le società sportive ad essere includenti e coinvolgenti, investire sugli impianti presenti sul territorio, diventare promotori di eventi che portino fuori di casa i nostri ragazzi e, con loro, le nostre famiglie. Questo il compito che l’assessore Gianfranco Dalla Valentina, in forza della sua delega, deve assolutamente porsi come fondamentale nei prossimi mesi.

Lo sta facendo, e lo sta facendo anche bene con una continua relazione forte con il mondo dello sport sonese, come ci racconta il territorio. Ma serve di più, serve uno sforzo ancora più importante. Perché vi è voglia di partecipazione, vi è voglia di esserci: Perché questo è il tempo di cucire, non va persa l’occasione preziosa di provarci.