“Ratatouille”: appuntamento al “Cinema sotto le stelle” questa sera a San Giorgio in Salici

Trama e Recensione

Nella Francia degli anni ’70, Rémy è un piccolo topo di campagna, che vive insieme a una colonia di ratti in una casa abitata da un’anziana ma agguerrita signora, non lontano da Parigi. A differenza dei suoi simili Rémy possiede un olfatto sopraffino, preferisce non mangiare cibo spazzatura, ha la volontà di sperimentare sempre nuovi sapori, ispirandosi ai consigli del suo idolo, lo chef francese Auguste Gusteau, la cui filosofia è Chiunque può cucinare.

Dopo una serie di peripezie Rémy finisce nel centro di Parigi, e qui viene a contatto con il giovane Alfredo Linguini, uno sguattero timido e imbranato che lavora presso un vecchio ristorante di Gusteau. Grazie alla sensibilità olfattiva e al talento culinario del topo tra i due nasce una sorta di collaborazione. Saranno in grado di superare il giudizio del temuto Anton Ego, austero e inflessibile critico enogastronomico francese?

Che la Pixar fosse da sempre ben oltre un gradino sopra le altre case di produzione cinematografica di film di animazione, è da sempre un dato di fatto. Nonostante Ratatouille sia un film di dodici anni fa, la qualità del livello tecnico della computer grafica lo fa sembrare a tutti gli effetti un film realizzato ai giorni nostri.

Il realismo dei personaggi (i peli dei topi sono stati realizzati con un dettaglio incredibile e alquanto meticoloso) e degli scenari (i paesaggi notturni e diurni della città di Parigi sono straordinari, ipnotizzano lo spettatore) sono un valore aggiunto tanto complesso quanto incredibile.

La locandina dell’appuntamento di questa sera a San Giorgio in Salici

Ratatouille è dotato non solo, quindi, di un’ottima forma, ma anche di una altrettanto valida sostanza: la sceneggiatura è brillante e impeccabile sia per l’originalità della storia sia per espedienti narrativi originali e sagaci.

L’antropomorfizzazione del piccolo Rémy e la sua comunicazione attraverso la mimica sono un chiaro riferimento al cinema muto, in cui la narrazione attraverso le sole immagini assumeva un’importanza fondamentale, e la ricerca di efficacia espressiva era costante.

I registi Brad Bird (Il Gigante di ferro e Gli Incredibili sono due sue bellissime opere) e Jan Pinkava (autore dello straordinario cortometraggio Il gioco di Geri, che gli valse il premio Oscar come miglior cortometraggio) conferiscono ai personaggi un tocco di umanità, uno spessore raro e ricercato, una caratterizzazione insolita in molti film d’animazione.

Ratatouille non cerca la risata facile, ma avvicina lo spettatore alla ilarità grazie a un approccio genuino e autentico, rendendolo apprezzabile e adatto sia ai più piccoli sia agli adulti.

Il film viene proiettato questa sera mercoledì 24 luglio alle ore 21 presso il campo sportivo parrocchiale di San Giorgio in Salici in Piazza Chiesa, 8 in occasione della rassegna “Cinema sotto le stelle” organizzata dal Comune di Sona. L’ingresso è gratuito.

La Scheda

“Ratatouille”, regia di Brad Bird e Jan Pinkava, 2007

La Valutazione

4,5 stelle di 5

Il Trailer