Questionario del Baco: risponde Mario Pachera, storico fotografo di Lugagnano

Prosegue la rubrica “Il Questionario del Baco” con la quale andiamo a conoscere in maniera leggere a scherzosa alcuni nostri concittadini. Si tratta di una serie di domande, sulla scorta del celebre “Questionario di Proust”, volte a conoscere i gusti e le aspirazioni personali di chi vi risponde. Malgrado la denominazione possa indurre a pensare che sia stato creato da Marcel Proust, il grande scrittore francese si limitò a fornire le proprie risposte

Oggi risponde al questionario del Baco Mario Pachera. Nato a Sona il 10 maggio 1953, vive da sempre a Lugagnano. Fin da giovane si occupa di fotografia e, dopo i primi anni come dipendente, dal 1980 diventa titolare di un negozio di materiale fotografico in centro a Lugagnano, che da qualche tempo gestisce in collaborazione con il figlio Mattia. E’ da sempre impegnato nel mondo associazionistico e nelle attività che contribuiscono al miglioramento del paese.

Il tratto principale del tuo carattere?

Il piacere di stare con gli altri.

La qualità che preferisci in un uomo?

La correttezza.

La qualità che preferisci in una donna?

La dolcezza.

Quel che apprezzi di più nei tuoi amici?

La lealtà e la disponibilità.

Il tuo principale difetto?

mario pachera 2016
Mario Pachera. Sopra Mario durante una Magnalonga di Lugagnano

Il timore e l’incertezza.

Il tuo sogno di felicità?

Essere in salute.

Quale sarebbe, per te, la più grande disgrazia?

La morte del figlio.

La nazione dove vorresti vivere?

Italia.

Il colore che preferisci?

I colori caldi.

La bevanda preferita?

Birra.

Il piatto preferito?

Lasagne e bisi.

I tuoi eroi nella vita reale?

Papa Francesco.

La tua canzone preferita?

“A modo tuo” di Ligabue.

Il tuo libro preferito?

“Gioia di Vivere” di Vittorino Andreoli.

Il giorno più importante della tua vita?

La nascita di mio figlio.

Quel che detesti più di tutto?

L’ipocrisia.

In che città vorresti vivere?

Verona.

Cosa ti piace di più di Lugagnano?

La posizione geografica.

Cosa ti piace di meno di Lugagnano?

La mancanza di parcheggi e di una vera piazza.

Il personaggio storico che disprezzi di più?

I dittatori in genere.

Il dono di natura che vorresti avere?

Più coraggio.

Come vorresti morire?

In pace con tutti.

Stato attuale del tuo animo?

Mediamente sereno.

Le colpe che ti ispirano maggiore indulgenza?

Quelle commesse in buonafede.

Il tuo motto?

“Non sono stupido, sono mentalmente libero”.