Questionari sulle aspettative dei cittadini di Sona sul territorio e sul suo sviluppo, arrivano i risultati

Ascolta questo articolo

Come senz’altro ricorderete, qualche mese fa siete stati invitati a compilare un questionario con una serie di domande allo scopo di dare un quadro generale alle aspettative territoriali dei cittadini del Comune di Sona.

L’opportunità del questionario non nasce da una fantasia del Baco, bensì da una Legge Regionale, più precisamente la L.R.11/2004 che istituisce i Piani di Assetto del Territorio, i nuovi strumenti urbanistici in sostituzione del vecchio PRG. La Legge si propone la promozione e la realizzazione di uno sviluppo sostenibile e durevole del territorio, anche attraverso il coinvolgimento diretto dei cittadini. Sopperendo ad una carenza dei nostri amministratori, Il Baco da Seta ha voluto analizzare le aspettative dei sonesi. I risultati sono stati sicuramente confortanti.

Oltre 320 questionari raccolti, che ne fanno sicuramente uno specchio molto importante della realtà locale, se pensiamo che ciascuno di questi questionari può rappresentare mediamente un nucleo familiare di 4 persone. I questionari erano divisi in due sezioni; la prima che riguardava l’intero comprensorio comunale; la seconda una casistica più specifica della frazione di residenza del compilatore. Partiamo con l’analisi di Sona capoluogo.

A volte si pensa che con un po’ di buon senso amministrativo si potrebbe capire che nel paese di Sona basterebbe salvaguardare il centro dal traffico, rallentare quella sfrenata corsa all’edificazione e dare quel minimo di dotazione di servizi necessari ad una normale comunità del terzo millennio. Le priorità individuate dai residenti di Sona sono infatti la limitazione dell’edificazione, il senso unico in via Roma, marciapiedi, piste ciclabili e parcheggi. Cliccando sull’immagine accanto troverete le percentuali di risposta per Sona capoluogo.

Nei prossimi giorni proseguiremo l’analisi con Palazzolo, San Giorgio e Lugagnano. Sul numero de Il Baco da Seta in edicola prima di Natale troverete l’analisi e i risultati complessivi – voce per voce – dell’intero sondaggio effettuato.