Quando il podismo diventa un’esperienza associativa: il gruppo dei “Disonauri” di Sona

Nel nostro viaggio all’interno del mondo associazionistico e sportivo del Comune di Sona siamo andati ad intervistare Flavio Follador, presidente di uno dei quattro gruppi podistici del territorio, “Disonauri”.

Come è nato il gruppo? Su iniziativa di chi e quando?

Il nostro gruppo è nato in maniera molto spontanea, su iniziativa di alcuni appassionati di podismo e di alcuni soci dell’AVIS. Siamo un gruppo amatoriale, corriamo per diletto e non ci occupiamo quindi di competizioni. Siamo affiliati all’UMV (Unione Marciatori Veronesi) dal 2008 e siamo iscritti regolarmente come gruppo podistico.

Disonauri 2015 presidente follador
Flavio Follador, presidente dei Disonauri. Sopra, il gruppo al completo

Da chi è formato il gruppo? Quante persone collaborano al suo interno? Il direttivo come è organizzato?

Generalmente gli iscritti al gruppo sono tra i sessanta e gli ottanta, ma i numeri precisi variano di anno in anno. Abbiamo partecipanti di tutte le età, dai bambini di due anni alle persone più anziane; fanno parte dei Disonauri intere famiglie di figli, genitori e nonni, ed è anche per questo che il nostro è un gruppo molto vivo. Il direttivo è formato da poche persone, siamo in cinque: io, mia moglie ed altri tre segretari che ci aiutano ad organizzare e a coordinare il tutto. La sede amministrativa si trova presso casa mia a San Quirico, ma le riunioni, che teniamo ogni ultimo lunedì del mese e durante le quali decidiamo a quali manifestazioni partecipare il mese successivo, si svolgono in sala civica a San Giorgio. Le date e i percorsi di ogni manifestazione sono tutte elencate nel giornalino “UMV marciare”, che esce mensilmente. Una volta appurato a quali eventi partecipare, i nostri segretari si preoccupano di informare il gruppo tramite e-mail.

Come funzionano le iscrizioni?

Ogni anno a novembre, in occasione della pizzata annuale con tutto il gruppo, oltre a farci gli auguri di buon Natale e di felice anno nuovo, ci occupiamo delle iscrizioni per l’anno seguente: prepariamo per ogni partecipante una tessera individuale con nome, cognome, data di nascita, numero di tessera e, soprattutto, provvediamo all’assicurazione per qualunque evenienza.

Come funzionano le manifestazioni? Come vengono organizzate?

Ogni domenica partecipiamo ad una manifestazione. Gli iscritti al nostro gruppo che desiderano partecipare sono tenuti a comunicarcelo entro le ore 22.00 del sabato precedente, in maniera tale che possiamo prenotare i biglietti che servono. Quando siamo noi come gruppo Disonauri ad organizzare le manifestazioni, dobbiamo avvisare l’UMV tre mesi prima, riferendo data, luogo, percorso, numero di chilometri, numero di partecipanti e premi in palio. Ad ogni gruppo partecipante, che deve essere composto da almeno dieci persone e deve essere iscritto regolarmente all’UMV, spetta un premio. Il giorno della manifestazione possono presentarsi anche più persone rispetto a quelle previste tra il nostro gruppo e gli altri gruppi che ci avvisano per tempo della loro presenza: sono i singoli, ovvero coloro che sono iscritti singolarmente all’UMV, ma che non appartengono a nessun gruppo podistico dei 115 esistenti nel territorio veronese. Queste persone esterne hanno la possibilità di comprare il biglietto la mattina stessa, prima dell’inizio della manifestazione. Per questo motivo, siamo tenuti a procurare sempre materiale in più. Inoltre, lungo il percorso devono esserci almeno 25 persone che segnalano e facilitano la circolazione, insieme alla protezione civile. Ogni cinque chilometri abbiamo l’obbligo di far trovare un ristoro per i partecipanti, ai quali vengono forniti tè, zucchero e biscotti.

Quali sono le manifestazioni più  importanti?

A gennaio partecipiamo alla Montefortiana presso il Lido di Venezia, a marzo alla Corrillasi in Val d’Illasi e a maggio alla Straverona. Inoltre, ogni anno prendiamo parte ad altre manifestazioni che durano anche due o tre giorni, come quella che si tiene a Bibione, o in Croazia, eventi che servono a tenere il gruppo coeso.

Quali sono, invece, le manifestazioni che organizzate voi come gruppo Disonauri?

Dopo la fine della scuola organizziamo la Tartalepre per i bambini e le loro famiglie, mentre a gennaio si svolge la camminata di San Quirico. I primi anni avevamo organizzato anche una corsa all’interno dello zoo di Pastrengo, ma per motivi di difficoltà nella gestione, non abbiamo più potuto proseguire con questo progetto. Un’altra manifestazione importante è quella a Villa Giusti a Guastalla, alla quale prendono parte tutti e quattro i gruppi podistici del comune di Sona: il gruppo Disonauri di Sona, il gruppo Rossetto di Lugagnano, il gruppo Tacconi Mode di Palazzolo e il gruppo La Vigna.

.

Giulia Grigolini
Sono nata nel 1995 e risiedo a Lugagnano, vivo con i miei genitori e mia sorella. Ho conseguito il diploma in perito turistico presso l'istituto tecnico "Marco Polo" nel 2014 e mi sono laureata in lingue moderne per l'intermediazione turistica e d'impresa all'Università di Trento nel 2018. Attualmente lavoro come addetta alla reception in un'azienda tessile in provincia di Verona. Nel tempo libero mi piace interessarmi di eventi culturali, e, particolarmente, di arte.