Provincia di Verona in continua crescita

Ascolta questo articolo

La popolazione della provincia scaligera continua a crescere. Secondo i dati raccolti dall’Istat, l’istituto nazionale di statistica, nell’agosto scorso l’insieme dei 98 comuni veronesi contava 912.981 abitanti con un incremento di quasi 4mila nuovi residenti in otto mesi, tanto che è lecito supporre che a tuttoggi la popolazione totale abbia superato le 913mila unità. E a detenere la maggioranza sono le donne che sono più di 16mila degli uomini.

 

L’incremento della popolazione è però più impressionante se si paragonano i dati dell’ultimo censimento ufficiale, il quattordicesimo, del 2001 quando la provincia contava 826.582 abitanti, vale a dire quasi 90mila nuovi cittadini in nove anni, ovvero poco meno di tre volte una cittadina come Villafranca che, proprio nell’ultimo anno, si è avvicinata alla soglia dei 33mila abitanti detenendo il record del Comune più popoloso, dopo Verona. Il capoluogo registra una crescita di quasi 11mila unità negli ultimi 9 anni, e sfiora oggi i 265mila cittadini. Il Comune più piccolo è invece Ferrara di Monte Baldo con 218 abitanti. I numeri legati alla popolazione non sono solamente un mero dato statistico necessario a valutare la crescita socio-economica della provincia, ma sono importanti anche ai fini elettorali. Infatti, i Comuni che all’ultimo censimento superano i 15mila abitanti corrono alle elezioni con il sistema del doppio turno.

 

Con il conteggio del 2001 entrò nel meccanismo del ballottaggio il Comune di Cerea che è in continua crescita, passando dai 15.254 abitanti di nove anni fa, ai 16.268 di quest’anno. Voteranno con il sistema del doppio turno alle prossime elezioni comunali, avendo appunto superato la soglia dei 15mila abitanti, anche i Comuni di Sona, che andrà al voto nel 2013, Pescantina e Bovolone, che sceglieranno il nuovo sindaco nel 2014.

 

Sona sfiora oggi 17mila cittadini (ne contava 14.275 nel 2001) mentre Pescantina ha superato quota 16mila crescendo in nove anni di quasi 4mila nuovi abitanti e così pure Bovolone passato dai 13.426 residenti del 2001 ai 15.775. Tra i Comuni vicina al ballottaggio c’è anche Sommacampagna che conta 14.690 residenti e che potrebbe, entro l’ottobre del 2011 (data del censimento numero 15), raggiungere la quota di 15mila.

 

Vi è poi una soglia di popolazione che non ha valore ai fini elettorali, ma che ha un impatto emotivo sulla collettività ed è il raggiugimento dei 20mila abitanti. Un record raggiunto quest’anno dal Comune di San Bonifacio che conta 20.255 abitanti ed è cresciuto negli ultimi nove anni di circa tremila unità e di quasi 200 cittadini nell’ultimo anno.Sfiora i 20mila abitanti anche Bussolengo, a quota 19.574, che nel 2001 aveva poco meno di 17mila abitanti, con una esplosione demografica da record.
Dall’ultimo censimento, tutti i Comuni tranne Castagnaro, Selva di Progno, Velo e San Mauro di Saline, in leggero calo, sono cresciuti. A segnare un vero boom in positivo dal 2001 a oggi è Villafranca, con oltre 2.500 abitanti in più dall’ultimo censimento.

 

Una crescita di 2mila cittadini in nove anni la registrano invece i Comuni di Castelnuovo del Garda, San Giovanni Lupatoto, Vigasio e Zevio mentre Valeggio sul Mincio segna un più 2.600 abitanti.