Proteggiamo i piccoli sorrisi: l’importanza della prevenzione in tenera età. I consigli della Pedodontista Tomezzoli

Mamme tutte d’accordo: la prevenzione in fatto di salute orale dei bimbi è importantissima, l’appuntamento con il dentista (capricci e pianti a parte…) è irrinunciabile. Fermi restando questi punti, ecco sorgere però mille quesiti. Quando portarli per la prima volta? A che età iniziare con l’igiene? Quali le norme prioritarie in fatto di salute e prevenzione? E se dovesse esserci bisogno dell’apparecchio?

Per sciogliere il groviglio di dubbi e dilemmi che tormentano le mamme e i papà dei piccoli pazienti, niente di meglio che affidarsi al parere della pedodontista Chiara Tomezzoli, da due anni e mezzo ‘in forza’ al team della Clinica Ezio Costa a Lugagnano.

La pedodontista Chiara Tomezzoli.

Prima visita, step delicato… a quale età è consigliabile effettuarla, per individuare con tempismo eventuali avvisaglie di problemi futuri?

Tre anni circa: è questo il momento ideale per prenotare un primo controllo. Per la prevenzione, ma anche per consentire ai bimbi di prendere pian piano confidenza con l’ambiente, con il team, per scongiurare l’inevitabile ‘paura’ del dentista … E per iniziare a dar loro le prime norme di igiene, importanti nell’ottica della prevenzione.

E per le mamme, quali invece le dritte fondamentali?

Tre le più importanti: iniziare fin dai primi mesi a pulire con garzine sterili le gengive e i primi dentini, anche per abituarli da subito all’igiene quotidiana. Evitare continui snack, attenendosi ai cinque pasti quotidiani raccomandati. Infine, non saltare mai l’appuntamento con lo spazzolino prima della nanna: l’igiene serale è davvero irrinunciabile.

Quali sono le problematiche riscontrate più frequentemente in età pediatrica?

La carie cosiddetta ‘da biberon’, che può insorgere già intorno ai due anni ed è causata appunto dall’uso di tettarelle intinte nel miele o nello zucchero: una pessima abitudine, come quella di somministrare ai bimbi caramelle o altri dolci spesso soltanto per tranquillizzarli. Riscontriamo poi frequenti problemi di malocclusione e di deglutizione atipica: in questo caso è necessario chiamare in causa anche logopedista e ortodonzista (Professionisti che affiancano gli odontoiatri del team Ezio Costa, assieme a dermatologo, osteopata e nutrizionista).

Quanto è importante per i bimbi e le loro mamme un luogo in cui poter contare sulla presenza, in sinergia, di figure diverse, di un team completo?

Moltissimo, sicuramente, perché dà la possibilità di potersi confrontare direttamente ed agevolmente con i vari esperti. Un aspetto che offre garanzia di affidabilità e alta qualità del servizio, rassicurando così i genitori, che a loro volta trasmettono serenità nei bimbi che arrivano qui per la prima volta. Anche per questo, credo che la nostra Clinica possa essere definita, a tutti gli effetti, un valido punto di riferimento per il sorriso e il benessere generale. Dei grandi e dei piccoli.