Progetto Gruppi Ants, un anno di esperienze ed emozioni: “Lavorando in squadra si raggiungono grandi traguardi”

Si è tenuta la restituzione ai genitori del progetto dedicato ai gruppi di Ants Aps per l’autismo, arrivato al secondo anno: iniziate tra l’ottobre e il gennaio scorso coinvolgendo 30 bambini e ragazzi, le attività di gruppo proseguiranno, con alcune modifiche, anche durante l’estate.

Dieci i gruppi guidati dai bravissimi educatori Alice Scasserle, Valentina Perina, Elisa Mirandola, Emma Zordan, Valentina Siniscalchi, Giuseppe Savoia, Carlotta Pighi e Francesca Belloni.

Ad aprire l’incontro, dopo i saluti di Silvia Perina, Responsabile Progetti, le psicoterapeute Sara Sabaini ed Elena Sironi, che hanno fatto una panoramica su questi mesi di attività. La parola è passata poi ai singoli educatori, che hanno “raccontato” i rispettivi gruppi, ricordandone gli obiettivi e mostrando le foto delle tantissime esperienze proposte.

“In generale, in base naturalmente alle diverse fasce di età, gli obiettivi sono quelli di favorire l’acquisizione di abilità, la condivisione di momenti, il rispetto e l’attesa dei tempi dell’altro, il tutto offrendo ai ragazzi un tempo libero di qualità. Il senso più profondo – hanno sottolineato – è anche che quelli vissuti non siano momenti “a sé stanti” ma tappe di un percorso condiviso con le famiglie, che possono portare a casa giorno per giorno qualcosa di queste esperienze, puntando ad una preziosa continuità”.

“Filo conduttore del progetto è anche quello di cercare e creare contesti ideali, in gelateria, al bar, dalla parrucchiera, nei negozi…, dove bambini e ragazzi possano sperimentare realtà e situazioni di tutti i giorni, sempre in considerazione delle rispettive età: in questo modo cerchiamo anche di diffondere nella comunità una sempre maggior cultura e consapevolezza sull’autismo”.

Il bilancio finale è decisamente positivo: “Nonostante ci siano stati alcuni inevitabili momenti difficili e delle criticità su cui lavorare nel futuro, possiamo dire con entusiasmo che è stato un anno intenso che ci ha regalato tante soddisfazioni e conquiste”.

All’unisono hanno parlato anche i genitori, unanimi nel loro grazie per le preziose esperienze: “Attività bellissime e molto apprezzate… è stato bello vedere i ragazzi andare e tornare con serenità da questi incontri, stringere dei legami, vederli acquisire abitudini, ad esempio la cura personale per le ragazze del Teen time, che ripetono anche nella loro quotidianità”.

Emozionante il commento di una mamma: “Penso che questo progetto possa essere un’ulteriore opportunità per far capire a tutti che i nostri ragazzi non sono un ostacolo ma anzi, preziose risorse per ciascuno di noi!”

In chiusura, la presidente Federica Costa ha osservato: “È fondamentale fare gioco di squadra, in cui tutti hanno il proprio ruolo ugualmente importante: questo è l’unico modo per raggiungere i nostri obiettivi, che non sono mai singoli ma sempre condivisi e comuni! Mamme e papà devono ricordarsi di sentirsi sempre protagonisti, perché sono un tassello fondamentale nel dare a questo progetto una continuità preziosa per tutti: ci vogliono impegno e fiducia. È un appello che faccio con il cuore: sentiamoci tutti parte di una squadra in cui ciascuno dà e riceve al tempo stesso… solo così, credendoci fino in fondo e dando il massimo, potremo continuare a conquistare le nostre mete e non solo, a superarle, alzando sempre un po’ di più l’asticella…”.

Ha concluso Silvia Perina: “Posso aggiungere che sono molto orgogliosa dei nostri bambini e ragazzi: ci seguono con coraggio ed entusiasmo, sono loro che ci aiutano a costruire insieme il progetto, da veri protagonisti. Ringrazio le famiglie per la fiducia che ci dimostrano anche quando chiediamo di uscire dalla zona di comfort; un grazie speciale anche agli educatori, che con pazienza e dedizione si sono messi in gioco ancora una volta e naturalmente a Sara ed Elena, preziose compagne di viaggio con la loro professionalità e disponibilità. Ringraziamo anche la Cooperativa L’Infanzia e L’Albero delle Possibilità, per gli spazi messi gentilmente a disposizione e tutte le realtà del territorio, e non solo, che ci hanno accolto. E infine grazie a tutto il Direttivo Ants, sempre in prima linea per l’organizzazione delle attività per i nostri ragazzi. Concordo in pieno con la nostra Presidente, siamo proprio una squadra: se ognuno fa al meglio la propria parte, si arriva alla vittoria. Perché, come abbiamo imparato e come i nostri ragazzi ci dimostrano ogni giorno, insieme tutto è davvero possibile”.

Vera Tomelleri
Laureata al DAMS, mamma di 4 pesti, addetta stampa, Vera Tomelleri è appassionata di Manga e mountain bike, sogna l’Africa, la route 66 e… un’escursione in Oceano per avvistare squali bianchi.