Primo premio alla Scuola Statale dell’Infanzia di Lugagnano ad un concorso sulla legalità

Si è svolta il 9 maggio scorso la premiazione della prima edizione del Concorso “Segni, parole e immagini per la legalità” promosso dal Miur e rivolto alle scuole veronesi e finalizzato a promuovere il rispetto delle regole, il valore della democrazia e l’esercizio dei diritti di cittadinanza.

scuola infanzia statale lugagnano primo premio concorso legalità maggio 2016 (1)La scuola, insieme alla famiglia, deve essere sempre in prima linea per educare ad una convivenza civile e rispettosa perché la libertà, la sicurezza e la solidarietà non sono scontate ma vanno sempre difese e promosse.

Lo sa bene anche Elena Caliari, insegnante della Scuola dell’Infanzia Statale di Lugagnano, che con i suoi bambini ha partecipato e vinto il primo premio.

Ho sempre dato molta importanza al lavoro come esercizio delle proprie capacità, come concretizzazione delle proprie aspirazioni e quindi come occasione di maturazione umana – ci dice Elena Caliari. – Con i bambini dell’ultimo anno della scuola dell’Infanzia abbiamo realizzato un cartellone legato alle professioni dei loro genitori, facendo riferimento ad un articolo presente nella Dichiarazione  Universale dei Diritti dell’Uomo del 1948,in cui si parla del diritto al lavoro, ad una paga equa, all’adesione ad un sindacato e alla protezione contro la disoccupazione. Vincere il primo premio ci ha reso  ovviamente orgogliosi e molto felici.

Non è mai troppo presto per avvicinare le nuove generazioni al processo di apprendimento dei temi fondamentali inerenti la legalità.

Complimenti quindi a tutti i bambini che hanno partecipato con impegno ed entusiasmo al concorso e alla loro maestra.

Chiara Giacomi
Nata a Verona nel 1977, si è diplomata al liceo classico e ha conseguito la laurea in Lettere presso l'Università di Verona. Sposata, con due figli, insegna Lettere presso il Liceo Medi di Villafranca. Lettrice appassionata, coordina il Gruppo Lettura della Biblioteca di Sona.