Primo allenamento di Maicon con il Sona Calcio: “Volevo tornare in Italia”.

Ascolta questo articolo

Primo allenamento con il Sona Calcio, la sua nuova società, questa mattina per il campione brasiliano Maicon.

Il giocatore ex Manchester City, Roma ed Inter è arrivato ieri a Roma Fiumicino per poi dirigersi direttamente in quel di Sona. Maicon avrebbe dovuto arrivare ancora giovedì ma l’impossibilità dello scalo a Lisbona, dove non sarebbe potuto ripartire a causa delle norme anti Covid, l’ha costretto a rimandare di un giorno per prendere un volo diretto tra Belo Horizonte in Brasile e Roma.

Come si diceva, già questa mattina il terzino ha disputato il primo allenamento con il Sona, che proprio quest’anno milita per la prima volta nella sua storia il campionato di serie D.

Un allenamento differenziato nel quale ha già dimostrato di avere una buona la condizione e di essere molto disponibile con tutti. A Sona con Maicon è arrivato anche il figlio 15enne che giocherà nelle giovanili del club.

La società sonese gli ha riservato un’accoglienza semplice ma affettuosa. “Benvenuto a Maicon – ha spiegato sulla sua pagina Facebook il club, a commento della foto (sotto) in cui gli viene consegnato un pacchetto – questa mattina, in occasione del primo allenamento, consegna da parte dell’ufficio stampa di un omaggio simbolico, una ciabatta (pane). Se un campione accetta di giocare in un piccolo club di provincia, significa che è un vero sportivo e che è buono come il pane”.

Domani in campionato contro il Fanfulla, Maicon non ci sarà, deve smaltire il fuso orario e adeguarsi ai ritmi e alla tattica della squadra di mister Tommasoni. Quindi a Lodi, il brasiliano andrà in tribuna.

Dopo l’allenamento Maicon, che è andato a vivere a Bussolengo, ha rilasciato alcune interviste “L’idea di tornare in Italia c’era già – ha spiegato ai giornalisti presenti – i miei figli mi chiedevano sempre di tornare. Poi è arrivata questa opportunità e dopo averne parlato con la famiglia ho subito accettato. La motivazione e la voglia sono le stesse di sempre, spero di fare bene”.

Quando gli è stato fatto notare la particolarità di passare dal triplete alla serie D Maicon ha risposto che “Non cambia niente, il calcio è lo stesso. L’importante è avere voglia e quella ce l’ho. Spero di dare il mio contributo per la società che mi ha dato questa occasione”.

Nella sede della società a porgere il benvenuto al giocatore si è presentato anche il Sindaco di Sona Mazzi, che ha pure scattato con lui una foto ricordo, qui sotto.