Presentato il libro sui novant’anni del Gruppo Alpini di Lugagnano: cultura, storia e solidarietà

Sabato 5 dicembre il Gruppo Alpini di Lugagnano ha festeggiato, presso la Baita, i novant’anni dalla sua costituzione con la presentazione di un libro, pubblicato dall’Associazione stessa, durante una affollata assemblea pubblica.

Invitati d’onore il Sindaco di Sona, i rappresentanti dei Gruppi Alpini veronesi e delle provincie limitrofe e gli ex Sindaci di Sona.

Numerosa la presenza dei primi, dal Presidente della sezione ANA di Verona Luciano Bertagnoli e di alcuni del direttivo provinciale, ad alcuni ex Presidenti della sezione provinciale, oltre a rappresentanti trentini e milanesi.

Gli ex Sindaci erano presenti con Renato Salvetti, Flavio Bonometti e Mazzi Gualtiero. Era presente anche l’Assessore Gianmichele Bianco.

Il Capo Gruppo di Lugagnano Mazzi Fausto ha illustrato all’assemblea, assai numerosa, i motivi della scelta, voluta in alternativa ad una manifestazione pubblica.

E’ intervenuto quindi il generale Roberto Rossini, iscritto da anni al Gruppo di Lugagnano, coordinatore del lavoro editoriale, che ha illustrato gli otto capitoli del libro di 216 pagine, che contiene più di 500 illustrazioni.

Il libro non scrive solamente di Lugagnano e non solo di alpini, ma anche delle guerre mondiali, della bandiera italiana, dell’ esercito nel suo complesso, della Protezione civile e di molto altro. Ospita poi gli interventi del Capogruppo, del Presidente della Sezione Provinciale, del Sindaco in carica, del Parroco di Lugagnano e dei cinque ex Sindaci.

Il testo prosegue presentando due interessanti brani dedicati alla storia del paese a firma di Massimo Gasparato e della parrocchia a firma di Albino Turata.

Ampia e dettagliata la descrizione dell’attività svolta dal Gruppo alpini, costituito nel 1925 con capogruppo Giacinto Zampieri, capitano degli Alpini durante il primo conflitto mondiale e, all’epoca, Sindaco dimissionario del Comune di Sona.

Il testo, dopo aver descritto l’impegno del Gruppo nel campo della solidarietà in presenza di eventi luttuosi in Italia e fuori dal Paese, descrive le opere realizzate a Lugagnano quali la Fontana “simbolo della vita” a fianco della chiesa parrocchiale e del Museo Storico.

E’ descritta anche l’attività quotidiana del Gruppo, da quella caritatevole a quella culturale, da quella sportiva a quella di recuperi edilizi significativi, quale quello della chiesetta della contrada Messedaglia,  fino all’attività del coro.

Il libro chiude le sue pagine ricordando i 100 anni dalla Grande Guerra con il ricordo dei Caduti e dei Reduci.

Il libro, che viene venduto ad euro 15.00, è impreziosito da racconti e ricordi di prima mano particolarmente interessanti e toccanti. L’assemblea si è conclusa con alcuni interventi oratori.

Dopo il Presidente provinciale dell’ANA, il Sindaco Gianluigi Mazzi ha manifestato la gratitudine dell’Amministrazione comunale per il lavoro svolto sul territorio dagli alpini.

Hanno fatto seguito gli interventi dell’ex Sindaco Renato Salvetti che ha descritto in modo sintetico come era Lugagnano nel 1925, in bilico fra democrazia e regime, e degli ospiti “alpini” che hanno manifestato vicinanza ed apprezzamento per il lavoro svolto del Gruppo alpini locale.

E’ un’iniziativa, come spesso siamo abituati a registrare quando si tratta degli alpini, di ottimo livello e realizzata in quattro mesi da un “gruppo di lavoro” assai efficiente.

.

.

La Redazione
Il Baco da Seta nasce nel 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews