Premiate in Consiglio Comunale le eccellenze scolastiche del Comune di Sona

Alla seduta del Consiglio Comunale di Sona di martedì scorso 22 ottobre sono stati invitati a partecipare diciannove ragazze e ragazzi residenti nel Comune di Sona che hanno concluso il loro ciclo scolastico con eccellenti risultati. Già da prima dell’inizio della cerimonia la sala consigliare si presentava pienissima di ragazzi, genitori, nonni ed amici che non hanno voluto mancare a questa occasione.

 

In apertura di cerimonia l’Assessore alla Scuola, Antonella Dal Forno, l’Assessore alla Cultura Gianmichele Bianco ed il Sindaco Gianluigi Mazzi, a nome di tutta la Giunta e dell’intero Consiglio Comunale di Sona, hanno elogiato e ringraziato i ragazzi per i risultati ottenuti, indicando come “già da ora questi ragazzi sono una risorsa importante per il nostro territorio”.

 

“Con questa iniziativa – ha dichiarato l’assessore Antonella Dal Forno – intendiamo riconoscere e valorizzare l’impegno che queste ragazze e questi ragazzi hanno espresso durante il loro percorso scolastico ed incoraggiarli a continuare su questa strada per il bene loro personale ma anche dell’intera comunità. Perché essa ha bisogno di testimoni positivi, di ragazzi, di giovani, di persone che non si fermino di fronte alle fatiche, siano esse scolastiche, lavorative, sportive, sociali, ma che anzi mettano la loro determinazione e le loro competenze anche a servizio della comunità. Il cospicuo numero di eccellenze scolastiche conseguite è testimonianza di una realtà positiva che esiste, di cui vogliamo prender coscienza e che deve essere messa in luce”.

 

A premiare i ragazzi è stato il Dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale di Verona prof. Stefano Quaglia, che ha consegnato ai quattordici studenti delle Scuole medie ed ai cinque delle Superiori una pergamena.

 

Di eccezionale spessore l’intervento del Professor Quaglia, che con le sue parole ha introdotto la premiazione. Inizialmente Quaglia ha presentato un’interessante quadro di come si sia evoluta nel comune sentire negli ultimi cinquant’anni la percezione della cultura e dello studio, che solo recentemente sembrano aver trovato un riconoscimento pieno anche come fonte di crescita economica di una comunità. “La vostra eccellenza – ha poi spiegato ai ragazzi il Dirigente Scolastico Provinciale, spaziando tra Manzoni, la Bibbia, Leopardi e i classici latini – è frutto di un grande sacrificio. Siete qui questa sera non per il voto ottenuto ma per l’impegno profuso per raggiungerlo. Nella vita non bastano i talenti, serve soprattutto l’impegno personale. Eccellere alla vostra età non significa prepararsi a ricevere lodi ed incenso, bensì essere pronti a restituire alla comunità civile quello che si è e quello che si può dare. Entusiasmo, passione ed impegno costante portano sempre a grandi risultati”.

 

Questi i nomi degli studenti che hanno ricevuto il riconoscimento:

 

Per la Scuola media sono stati premiati Baldo Elisa, Bertucco Edoardo, Bertucco Martina, Bianconi Irene, Busatta Filippo, Chianucci Laura, Fasoli Camilla, Fasoli Lorenzo, Fiorini Alberto, Granuzzo Chiara, Mori Gabriele, Pesce Rachele, Presa Luca e Valbusa Silvia.

 

Per la Scuola superiore sono stati premiati Bortignon Milena, Baldo Giulia, Olioso Pietro (che non era in sala per impegni universitari, per lui ha ricevuto la pergamena il padre), Stanus Ghib Luca e Zardini Maria.