PM 10 a livello di allerta rosso a Sona: Scattano i divieti di circolazione e i limiti al riscaldamento

Arpav ha reso noto che il Comune di Sona ha raggiunto il livello di allerta rosso per l’inquinamento da PM 10.

In tale situazione devono essere adottare misure emergenziali di contenimento del traffico quali il divieto di circolazione dalle ore 8.30 alle ore 18.30, di tutti i giorni inclusi sabato, domenica e giornate festive infrasettimanali, delle seguenti categorie di veicoli: veicoli a benzina categorie M, N e omologati EURO 0, 1, 2; veicoli a diesel categoria M omologati EURO 0, 2, 3, 4, 5; veicoli a diesel categoria N omologati EURO 0, 2, 3, 4; ciclomotori e motocicli alimentati a diesel o benzina categoria L omologati EURO 0, 1 e – limitatamente dalle ore 8.30 alle ore 12.30 – veicoli alimentati a gasolio categoria N, omologati EURO 5.

Con il codice di allerta rosso diventa obbligatorio anche il contenimento delle temperature massime consentite negli edifici. Massimo di 18°C (con tolleranza di 2°C) negli edifici classificati con le sigle: E.1 residenza e assimilabili; E.2 uffici e assimilabili; E.4 attività ricreative o di culto e assimilabili; E.5 attività commerciali e assimilabili ed E.6 attività sportive.

Sono esclusi dall’obbligo ospedali, strutture sanitarie, case di riposo, ambulatori medici e diagnostici; strutture adibite in via permanente o esclusiva alla permanenza di persone con disabilità; asili nido, scuole dell’infanzia.

Vi è anche il divieto di utilizzare generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (legna, cippato o pellet) con una classe emissiva inferiore a 4 stelle in presenza di impianto di riscaldamento alternativo e il divieto di spandimento di liquami zootecnici fino al 15 aprile 2024, fatti salvi gli spandimenti mediante iniezione o con interramento immediato.

La Redazione
Il Baco da Seta nasce nel 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews