“Più di venti ragazzi lasciati a piedi”. Anche nel Comune di Sona aumentano le proteste per i disservizi di ATV

“La scuola è tornata regime ed anche i problemi con i trasporti degli alunni sono tornati a regime”, inizia così lo sfogo di un papà di Lugagnano, che ha contattato il Baco per i problemi che si stanno registrando anche nel Comune di Sona con il trasporto ATV per e da Verona negli orari scolastici.

“Quattro pullman previsti e più di 20 ragazzi lasciati a piedi alla fermata di via San Francesco a Lugagnano perché non c’era posto – prosegue il papà -. Mio figlio è fortunato perché ha avuto la possibilità di essere accompagnato a scuola da me, ma in tre casi i ragazzi hanno dovuto far ritorno a casa oppure arrivare con più di un’ora di ritardo a scuola”.

Questa è solo una delle tante lamentele che arrivano in questi giorni in redazione, da quando con la ripartenza della scuola lunedì 12 settembre il trasporto pubblico è nel caos, con pullman stracolmi, corse che arrivano con ritardi anche di mezzora, studenti che non riescono a salire con i mezzi e devono ricorrere al trasporto dei genitori nonostante gli abbonamenti pagati.

Ad essere colpita dal problema dei trasporti è soprattutto l’area dell’ovest veronese, con i Comuni di Sona, Bussolengo e tutta la zona della Valpolicella. Particolarmente segnata dai disservizi risulta la linea 164 Garda-Verona.

La direzione ATV sta valutando alcune soluzioni per provare a risolvere i problemi, come un importante anticipo delle partenze. Modifica che però causerebbe un ulteriore disagio a quanti partono dai capolinea più lontani, magari prima delle 6 del mattino. Per capire poi il motivo dei pullman strapieni l’ATV sta effettuando un monitoraggio sui punti più critici dei diversi percorsi per attivare il prima possibile le necessarie correzioni.

Articolo precedente“Presidenzialismo, detassazione e autonomia”. Il programma del centrodestra presentato a Lugagnano
Articolo successivoVedutismo su francobollo: 300 anni di Bellotto, tra Venezia e Verona
Il Baco da Seta nasce nel 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews