Pietropoli: “Sabato ero a Roma contro il Governo Renzi. E su Zaia e Tosi…”

Ieri, sabato 28 febbraio, si è tenuta a Roma la manifestazione della Lega Nord contro il Governo italiano, incentrata sullo slogan “Renzi a casa”.

In Piazza del Popolo, a manifestare ed a seguire il comizio del Segretario Federale Salvini, anche un cittadino di Lugagnano che attualmente ricopre il ruolo di Consigliere di minoranza nella vicina Sommacampagna, dove è stato anche Assessore: Augusto Pietropoli (nella foto sotto, proprio con Salvini), che è apparso pure nel servizio del TG1 di sabato sera dedicato alla manifestazione.

Pietropoli è conosciuto anche per il suo impegno sul territorio, ad esempio con il Piedibus di Lugagnano.

Il Baco è andato a sentirlo al ritorno dalla manifestazione di ieri.

Pietropoli, come mai la decisione di andare a Roma per protestare contro il governo Renzi?

Ho deciso di partecipare alla manifestazione indetta dalla Lega Nord contro Renzi perchè non condivido le politiche governative fin qui adottate ad esempio in termini di immigrazione, lavoro e di tagli dei trasferimenti. Basti pensare che il Comune che ho avuto l’onore di amministrare in questi anni, ha subito per il 2015 minori trasferimenti statali per ben 800.000 euro. La situazione non è tanto diversa per il Comune di Sona e quindi ho ritenuto doveroso, scendere nella capitale per manifestare tutto il mio disappunto nei confronti di un Presidente del Consiglio che obbliga i Sindaci a diventare esattori per conto di uno Stato sprecone.

Pietropoli con SalviniA Roma erano presenti altri cittadini del nostro Comune? Come avete raggiunto la Capitale?

A Roma sono andato in pullman assieme agli amici della sezione locale di Sommacampagna, siamo partiti alle ore 6,00 dal casello autostradale di Sommacampagna per giungere a Roma nel primo pomeriggio. Ci siamo concessi due soste lungo il percorso dove abbiamo incontrato tantissimi altri manifestanti provenienti da tutto il Nord sia in pullman sia con mezzi propri. Non conosco quanti cittadini del nostro Comune abbiano partecipato all’evento ma vi posso assicurare che vi erano famiglie, giovani e anziani provenienti da tutte le regioni d’Italia.

E riuscita la manifestazione a Roma? Quale la sua valutazione?

La manifestazione è stata ben organizzata sia nella logistica sia nella conduzione degli interventi sul palco. La partecipazione è stata impressionante. Sono giunto in Piazza del Popolo con due ore d’anticipo e fin da subito ho capito dall’afflusso continuo di gente che l’evento non avrebbe deluso le aspettative. La giornata quasi primaverile e l’assenza di momenti di tensione ha reso la manifestazione piacevole per tutti. Si respirava un clima di festa e la consapevolezza che ieri abbiamo messo le basi per la costruzione di una alternativa valida e credibile alle politiche fallimentari del PD e della sinistra in generale.

Spostandoci su tematiche più locali, qual è il suo commento sul braccio di ferro tra Tosi e Zaia per le prossime elezioni regionali?

All’interno della Lega la questione alleanze è sempre stata molto dibattuta. La dialettica e il confronto all’interno del partito la vedo positivamente. Forse i toni sono stati troppo accesi ma abbiamo la fortuna di avere due leader e due bravissimi amministratori. Zaia e Tosi sono una risorsa per il Veneto, non saranno certamente le sfumature diverse a interrompere la loro collaborazione per il buon governo della Regione Veneto.

Lei, come dicevamo, è Consigliere comunale di minoranza a Sommacampagna ma risiede a Lugagnano. Prevede un suo possibile impegno futuro dell’amministrazione del Comune di Sona?

Anche se abito a Lugagnano da una decina d’anni il mio impegno politico amministrativo è sempre stato rivolto a Sommacampagna, il Comune dove ho abitato per 34 anni. Credo sia corretto che chi si propone di amministrare un territorio, debba prima conoscerlo in tutti i suoi aspetti.  Personalmente ho iniziato ad inserirmi nella comunità di Lugagnano e Sona da quando i miei due bimbi hanno incominciato a frequentare le scuole del territorio e le attività sportive promosse dalle associazioni locali. Non escludo un impegno sociale per la comunità che mi ha accolto e alla quale sono sempre più legato, ma credo vi siano tantissimi altri concittadini più informati di me che meritano di ricoprire incarichi così onerosi.

Per chiudere, e ritornando sul tema Tosi, va segnalato che domani lunedì 2 marzo a Sona alle 19.30 presso El Bareto il Consigliere comunale della Lista “Tosi per Sona” Maurizio Moletta accende il faro di Sona della Fondazione “Ricostruiamo il paese” del Sindaco di Verona, che quindi nasce ufficialmente anche nel nostro Comune. I Fari, che costituiscono i comitati provinciali della Fondazione di Tosi, hanno l’obiettivo di sostenere le primarie del Centro Destra e la candidatura di Flavio Tosi.

La Redazione
Il Baco da Seta nasce nel 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews