Ascolta questo articolo

Una famiglia di Lugagnano scrive al Baco per chiedere spiegazioni al Comune di Sona in merito alle recenti scelte fatte sul trasporto scolastico. Sarebbe tempo, dopo le richieste già pubblicate, che qualche risposta dall’Assessore alla Scuola Meri Pinotti arrivasse.

 

Siamo i genitori di due bambini frequentanti una la quarta elementare ed uno la prima elementare.

 

Con l’inizio del nuovo anno scolastico ci siamo trovati alle prese con il cambiamento fatto dal Comune riguardo alla soppressione di alcune fermate del trasporto scolastico. Nel nostro caso ci troviamo, oltre al fatto di avere due pulmini diversi e con orari diversi da far prendere ai nostri figli, in quanto la quarta elementare si trova presso la scuola A. Frank mentre la prima elementare presso la scuola S. Pellico (e già qui ci sarebbe motivo di discussione!), a vedere eliminata la fermata di via Ticino.

 

La cosa che più ci ha reso increduli è che il personale del Comune ci ha risposto, al merito, che ci si doveva accordare con gli autisti per trovare un punto di raccolta!!! Ora questo famoso punto di raccolta sarebbe all’incrocio sulla strada principale in via Mancalacqua, punto che riteniamo non idoneo in quanto sprovvisto di strisce pedonali e pure di intralcio al traffico.

 

Non capiamo il motivo di questo cambiamento, tenendo comunque conto che il costo per tale servizio è rimasto invariato, e gradiremmo avere spiegazioni in merito.

 

Tomas Zandonà