Per non dimenticare, il Giorno della Memoria a Sona con “Il giardino dei Finzi-Contini”

Martedì 27 gennaio l’Amministrazione Comunale di Sona celebra la ricorrenza del Giorno della Memoria mediante la proiezione del film “Il giardino dei Finzi-Contini” di Vittorio De Sica (nell’immagine una scena del film).

La proiezione sarà preceduta da un intervento di inquadramento storico a cura del Prof. Luciano Giovedì (docente di Storia).

La proiezione avrà luogo alle ore 20.30 presso il Teatro Parrocchiale di Sona. Per informazioni è possibile telefonare all’Assessorato alla Cultura del Comune di Sona 045/6091286.

Il film narra la storia della ricca e altolocata famiglia ebrea Finzi-Contini ma soprattutto dell’Io narrante, chiamato Giorgio nel film (Lino Capolicchio), appartenente alla media borghesia ebraica ferrarese e innamorato di Micòl Finzi-Contini (Dominique Sanda), figura enigmatica, distante e affascinante, sullo sfondo delle leggi razziali, della guerra imminente e della vita di provincia.

Il soggetto, tratto dal Romanzo omonimo di Giorgio Bassani, sviluppa in maniera approfondita il clima di passività e annichilimento delle comunità borghesi italiane di religione ebraica, profondamente legate agli ideali liberali dell’Italia prefascista e semplicemente incredule della possibilità di venire realmente perseguitate nel loro stesso paese per la sola ragione di un credo differente.

L’epilogo drammatico della deportazione di Micol e di tutta la sua famiglia, cui solo si sottrae il fratello Alberto (Helmut Berger), ucciso da una malattia giovanile e sepolto in una struggente scena nella cappella monumentale della Famiglia, livella definitivamente in un certo senso le differenze sociali tra i Finzi-Contini ed il resto della comunità ebraica ferrarese, accomunandoli tutti nell’orrore della deportazione e della morte in campo di concentramento.

La pellicola vinse l’Orso d’Oro al Festival di Berlino nel 1971 e il Premio Oscar come miglior film straniero nel 1972.

Articolo precedenteL’Amministrazione approvato Il piano sicurezza per le frazioni del Comune di Sona
Articolo successivoFurti in Val di Sona (e non solo)
Il Baco da Seta nasce nel 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews