Per il sociale e contro le devianze, un progetto del Comitato Genitori di Sona

Ascolta questo articolo

Un maxi-progetto ideato dal Comitato Genitori di Sona e proposto al proprio Istituto Comprensivo per l’ampliamento dell’offerta formativa dell’Anno Scolastico 2010-2011 è stato presentato ufficialmente il 26 novembre 2010 al Teatro Parrocchiale di Sona alla presenza della Dirigenza Scolastica, dell’Amministrazione Comunale e di ITAS Assicurazioni.

 

Costo del progetto “chiavi in mano”: € 4.500,00, contributo interamente elargito da ITAS Assicurazioni di Trento. Ma facciamo un passo indietro. Partendo dalla premessa che il sistema scolastico deve rimanere prima di tutto gratuito, il Comitato Genitori di Sona, nelle varie assemblee tenutesi nel 2010, ha più volte sottolineato come la realtà odierna veda una scuola sempre meno finanziata dallo Stato ma che vorrebbe comunque garantire a tutti un’offerta formativa di alto livello possibilmente non a carico delle famiglie (dal punto di vista economico). Una delle strade percorribili, per poter parzialmente “tamponare” la richiesta di fondi, è stata la ricerca, da parte del Comitato Genitori, di fonti di autofinanziamento integrative a sostegno di quelle pubbliche già a disposizione della Scuola.

 

Grazie alla segnalazione di alcuni genitori, nell’estate 2010 si prendono contatti con ITAS Assicurazioni di Trento. Le peculiarità sociali dell’Azienda (che ricordiamo essere una Mutua) unite alle finalità del Comitato Genitori di Sona sono state le fondamenta di un’alleanza che ha portato alla realizzazione del maxi-progetto. Da una parte l’intraprendenza e la dinamicità del Comitato Genitori di Sona, dall’altra parte la Scuola, attraverso la Dirigenza Scolastica, il Collegio Docenti e il Consiglio d’Istituto: tutti hanno recepito l’importanza e l’utilità del programma progettuale presentato dal Comitato Genitori e sostenuto da ITAS Assicurazioni.

 

Ciò ne ha permesso l’adozione nel Piano dell’Offerta Formativa per l’Anno Scolastico in corso. Ma la cosa più importante è che questa alleanza educativa dimostra come Genitori e Scuola, unendo le proprie competenze, possono aspirare alla realizzazione di progetti innovativi e vicini alle esigenze dell’utenza. Il maxi progetto, che verrà svolto in momenti diversi nell’arco del corrente Anno Scolastico, prevede la trattazione dei seguenti argomenti:

 

1 – Alcool, fumo e droga. “Dalla prevenzione alla promozione della salute.” Il progetto realizzato dall’Associazione Oncologica Italiana Mutilati della Voce, è rivolto agli alunni della Scuola Secondaria di 1° Grado, ai quali si vuole trasmettere argomenti di riflessione sull’importanza di una buona educazione alla salute per poter inserirsi un domani nella Società e raggiungere gli obiettivi che ognuno di loro sognano. Il progetto prevede l’intervento dell’Associazione con testimonianze sui temi trattati.

 

2 – Progetto Ecologia. “Alla scoperta delle specie arboree e floreali del territorio Comunale di Sona.” Il progetto che è stato proposto, vuole essere un momento di formazione ed educazione ambientale rivolto agli studenti delle ultime classi delle Scuole Primarie di Sona, Palazzolo e San Giorgio in Salici, allo scopo di sensibilizzarli ai valori della tutela e salvaguardia dell’ambiente; in particolare il progetto riguarderà lo studio e la conoscenza dell’ambiente locali nelle sue componenti arboree e forestali che contraddistinguono il territorio comunale. L’iniziativa verrà svolta in collaborazione con il Sig. Luca Biasi dell’Ufficio Ecologia di Sona e il dr. Fabrizio Tabarelli, professionista esperto in scienze forestali, i quali mettono a disposizione gratuitamente le loro competenze al servizio della comunità scolastica. Saranno programmate delle uscite sul territorio Comunale.

 

3 – Progetto “Divertiamoci pedalando in sicurezza”, a cura del dr. Paolo Maseroli, maestro di MTB (AMI Bike – Associazione Mountain Bike Italia), docente ai corsi di formazione, consulente sicurezza del lavoro e igiene, docente di teoria di scuola guida, soccorritore di professione al 118; sig. Massimo Frizzera, maestro di MTB, istruttore di scuola guida a Trento. Il progetto, già testato con successo, è finalizzato all’apprendimento delle seguenti tematiche: nozioni del codice della strada e dei segnali, elementi costitutivi della bicicletta (regolazioni, meccanica e manutenzione), norme comportamentali in strada, le protezioni, rispetto dell’ambiente e nozioni di inquinamento, senso civico della strada (emergenza 118, forze dell’ordine, ecc.).

 

L’iniziativa è rivolta ai ragazzi della Scuola Secondaria di Primo Grado di Sona, con lezioni di teoria e di pratica. Con queste e altre iniziative il Comitato Genitori di Sona (costituitosi solo 10 mesi fa e con oltre 100 iscritti) vuole rappresentare una concreta realtà territoriale, con l’obiettivo di supportare la Scuola, laddove possibile, attraverso la condivisione delle problematiche legate alla Scuola. Affinché l’attività del Comitato genitori possa essere sempre più ricca è importante il contributo di idee e la partecipazione di ciascun genitore.