Papo Bendinelli di Lugagnano con i “Leoni del Triveneto”: un’impresa sportiva per raccogliere fondi per la ricerca medica

Una staffetta della solidarietà per raccogliere fondi a sostegno della ricerca sulla sla (sclerosi laterale amiotrofica) e sulla sma (atrofia muscolare spinale) e a sostegno dell’Abeo (Associazione bambino emopatico oncologico).

Giampaolo “Papo” Bendinelli di Lugagnano, che ci ha da tempo abituati alle sue imprese sportive ma anche alla sua sensibilità per le iniziative benefiche, aprirà la staffetta della solidarietà organizzata dal gruppo podistico Boscaini Runners.

I suoi compagni di avventura saranno altri due super atleti veronesi: la “Rana del Garda” Virginia Tortella e l’ultramaratoneta Fabrizio Amicabile. L’iniziativa, organizzata anche con il sostegno del Rotary Club di Peschiera, si chiama “Leoni del Triveneto” ed è in programma per il prossimo maggio.

Martedì 11 febbraio l’iniziativa è stata presentata all’hotel Saccardi di Caselle di Sommacampagna, alla presenza dei tre atleti.

Il programma della staffetta è incredibile: Bendinelli, che la scorsa estate si era cimentato nella “Swisseultra” Deca-Ironman Ultratriathlon sulle Alpi svizzere di Sangallo (un’impresa sportiva che prevedeva 40 chilometri a nuoto, 1.800 chilometri in bicicletta e oltre 420 chilometri di corsa in dieci giorni), partirà il 13 maggio e percorrerà in bici 500 chilometri da Verona a Venezia, passando per Rovereto, Trento, Bolzano, Bressanone, Brunico, Dobbiaco, Cortina, Ponte nelle Alpi, Vittorio Veneto, Conegliano e Treviso.

Il suo arrivo in piazza San Marco è previsto per le 18.30 del giorno dopo, quando passerà il testimone a Tortella, famosa per aver attraversato il lago di Garda nel suo punto più largo, che nuoterà nel Canal Grande per quattro chilometri.

A chiudere la staffetta sarà Fabrizio Amicabile che, per raccogliere fondi per la ricerca sulla sla, aveva già corso da Verona a Parigi; questa volta, correrà da Venezia fino a Verona, passando per Padova e Vicenza. Il suo arrivo in piazza Bra è previsto per il 17 maggio, giorno della “Straverona”.

Poco prima del traguardo, in Corso Porta Nuova, lo attenderà Cristiano Gigli, un ragazzo di Isola della Scala affetto da sla: insieme a lui, spingendo la sua carrozzella, Amicabile percorrerà l’ultimo tratto della staffetta.

La Redazione

About La Redazione

Il Baco da Seta nasce del 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews

Related posts