Palazzolo: La Pieve di Santa Giustina apre le porte ad un concerto e una visita guidata straordinaria, organizza La Torre

Organizzate dall’associazione La Torre di Palazzolo sono recentemente ritornate le giornate di apertura della Pieve di Santa Giustina (nella foto di Mario Pachera), gioiello di architettura romanica che da circa un millennio impreziosisce le nostre colline.

Grazie all’impegno dei volontari da marzo a novembre, tutte le domeniche dalle 10 alle 12, è possibile visitare la Pieve mentre per conoscere ogni dettaglio si può partecipare ad una visita guidata ogni primo sabato del mese dalle ore 16.

Nei prossimi giorni, Santa Giustina sarà inoltre protagonista di due eventi dal notevole spessore culturale; Venerdì 14 aprile alle ore 20.45, organizzato dall’assessorato alla cultura del Comune di Sona è previsto il concerto “Resurrection” proposto dal coro del Liceo Musicale Istituto Campostrini di Verona accompagnato da un Ensemble interamente di maestri professori.

Diretta da Marilinda Berto e Maurizio Saquegna questa giovane realtà musicale che sta riscuotendo notevoli consensi sia di pubblico che di critica, eseguirà un programma tratto dal repertorio classico con alcuni brani dedicati al periodo pasquale. L’ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti a sedere.

Due giorni dopo, domenica 16 aprile alle ore 15 è in programma un’apertura straordinaria della Pieve per accogliere il Gruppo Bac Bussolengo Arte Cultura ed intraprendere una visita approfondita a cura di Mariuccia Armani dell’associazione La Torre che ne illustrerà il ciclo di affreschi e la particolarità della struttura.

La partecipazione è aperta a tutti ed è un’ottima occasione per conoscere ed apprezzare una delle più belle testimonianze storiche del nostro territorio.

Massimo Giacomelli
Nato nel 1967, vivo da sempre a Palazzolo con moglie e 2 figli ormai proiettati nel mondo dei grandi. Sono appassionato di storia, di tutti gli sport, (qualcuno provo a praticarlo a livello amatoriale) e con parecchio trasporto ed un po' di nostalgia ascolto sempre volentieri la musica degli anni Ottanta. Dopo gli studi all’istituto tecnico commerciale ho scelto la strada imprenditoriale ed ora sono impegnato nel settore immobiliare; negli anni scorsi la mia collaborazione col Baco da Seta era piuttosto saltuaria; a partire dal 2019 però sta diventando sempre più intrigante.