Palazzolo: “Importanti le commemorazioni del 24 maggio, anche per i nostri figli”

Come abbiamo raccontato negli scorsi giorni, le commemorazioni del 24 maggio sul nostro territorio – a cento anni dall’inizio della Prima Guerra Mondiale – hanno registrato una grande partecipazione di cittadini, a testimonianza dei sentimenti di forte appartenenza ancora presenti nelle nostre comunità.

Tra le mail arrivate in redazione su questo argomento, riteniamo importante dare visibilità a quanto ci scrive un cittadino di Palazzolo, Adriano Bertucco. Che parla del valore della memoria storica.

“Volevo ringraziare pubblicamente l’associazione La Torre di Palazzolo, il Comune di Sona e tutte le altre Associazioni intervenute per realizzare a Palazzolo la serata del 24 maggio per la commemorazione dei caduti della prima guerra mondiale”.

“Ritengo – spiega Adriano – sia importante ricordare i momenti drammatici che la nostra patria nonchè l’Europa intera hanno vissuto nella loro storia. La cosa bella è che sono stati coinvolti anche i ragazzi della scuola primaria di Palazzolo, che mia figlia frequenta; loro sono il nostro futuro e devono costruirlo evitando gli errori del passato”.

“Certe iniziative dovrebbero essere più frequenti e soprattutto coinvolgere i ragazzi fin dalle scuole elementari perchè sappiano cosa significa vivere in pace ed in armonia con altri popoli, culture e religioni.

A tal proposito volevo concludere raccontando un fatto: Mia figlia che frequenta la scuola primaria di Palazzolo, nel periodo di fine ottobre tornava a casa da scuola raccontandomi tutto sulla festa di halloween: le sue origine dove si festeggia e cosi via, su questo non ho niente in contrario. Ma una sera in tv – conclude Adriano – parlano del 4 novembre e lei mi chiese: ma papà che cosa è accaduto il 4 novembre?”.

Nella foto, ragazzini di Palazzolo al monumento ai caduti domenica scorsa 24 maggio.

La Redazione
Il Baco da Seta nasce nel 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews