Palazzolo, è tornata la grande Stella Cometa di Natale. Grazie ai tanti volontari (e nonostante il Covid)

Per chi è della frazione, ma anche più in generale per chi fa parte del Comune di Sona, la tradizionale Stella cometa installata sulla torre del campanile di Palazzolo è simbolo, sia per i più piccoli che per i più nostalgici, della magia del Natale.

Anche per questo Natale che vivremo in condizioni atipiche a causa delle restrizioni da Covid-19, grazie a un gruppo di volenterosi cittadini di Palazzolo ci sarà garantita questa magia, un faro luminoso in questo 2020 piuttosto grigio.

“Proprio lo scorso 28 novembre, diversi artigiani e operai del paese hanno messo a disposizione a titolo completamente gratuito la loro professionalità e le attrezzature adeguate al montaggio della Stella”, afferma Davide Ragazzo, uno dei giovani volontari che ha contribuito all’installazione.

Questo gruppo di volontari si è formato e consolidato negli anni, tanto da creare una tradizione legata proprio al momento del montaggio della Stella e quella che potremmo definire ereditarietà per quanto riguarda la partecipazione. Proprio Davide ci racconta che prima di lui, il padre e lo zio facevano parte di questo gruppo e gli hanno poi ceduto il posto e, quindi, l’opportunità di prendere parte a questa esperienza comunitaria e collaborativa.

Come tutti possiamo sospettare, mettere insieme una stella cometa di tali dimensioni è un lavoro non da poco, che viene attuato solamente dopo un’attenta progettazione che permetta a tutti di lavorare in sicurezza, soprattutto quest’anno.

La completa installazione dura una mezza giornata oggi, poteva durare invece anche un giorno intero con i mezzi di alcuni anni fa.

Fortunatamente sono molti i cittadini che partecipano e aiutano i volontari durante i lavori, offrendo loro un caffè o un pasto caldo.

Ma ciò che riscalda di più i volontari è il momento in cui arrivano alla fine dell’installazione: vedere la Stella illuminare tutto il paese, pensare a tutte quelle persone che aspettavano questo momento da tempo e alla felicità che il loro lavoro porterà in moltissime famiglie durante il periodo natalizio.

Ringraziamo i volontari che hanno contribuito a trasmettere, quest’anno più che mai, un messaggio di positività, luce, speranza e, perché di no, di buon auspicio per questo Natale 2020.

Le foto della Stella Cometa sono di Mario Pachera.

Federica Slanzi
Nata il 21 novembre 1994 e originaria di Palazzolo. Ha conseguito due lauree in lingue, aggiudicandosi una borsa di ricerca in Marketing e Social Media. Attualmente lavora nell’ambito delle certificazioni di qualità nel mercato europeo. Nel tempo libero si dedica ai libri e alla letteratura, partecipando attivamente alle attività culturali del territorio.