Palazzolo: Domenica torna la corsa podistica “Quattro passi fra le colline”

E’ una delle corse podistiche più attese dagli appassionati e con le sue 42 edizioni è uno degli appuntamenti storici del panorama dell’Unione Marciatori Veronesi. Da non perdere, quindi, domenica 27 novembre la tradizionale corsa di Palazzolo, denominata “Quattro passi fra le colline”, che si snoderà su due percorsi ondulati di 6,5 e 14,5 km nelle vie e nelle campagne del paese.

I due tracciati panoramici, sia quello breve per chi ama passeggiare sia quello più lungo per chi cerca una prestazione atletica, sono ricchi di spunti paesaggistici e scorci di interesse storico. Proprio gli ingredienti perfetti per le migliaia di partecipanti che ogni anno apprezzano il fare attività fisica ed il valore sociale di una mattinata all’aria aperta in un autunno che appare ancora mite.

Ma non sempre è stato così; spesse volte in passato la nebbia, le piogge persistenti e le temperature rigide avevano creato condizioni difficili per i podisti tanto che il comitato organizzatore aveva coniato un singolare slogan che campeggiava sulla locandina: “La corsa si svolgerà con qualsiasi condizione atmosferica; anche con il sole”.

Siamo sicuri che la collaudata macchina organizzativa del Gruppo Podistico Palazzolo, affiancato dal Gruppo Alpini, saprà sicuramente soddisfare anche quest’anno il folto gruppo di appassionati che da tutta la provincia convergerà tra le 8 e le 9 presso la baita alpina di via Bellevie, punto di partenza della manifestazione.

Massimo Giacomelli
Nato nel 1967, vivo da sempre a Palazzolo con moglie e 2 figli ormai proiettati nel mondo dei grandi. Sono appassionato di storia, di tutti gli sport, (qualcuno provo a praticarlo a livello amatoriale) e con parecchio trasporto ed un po' di nostalgia ascolto sempre volentieri la musica degli anni Ottanta. Dopo gli studi all’istituto tecnico commerciale ho scelto la strada imprenditoriale ed ora sono impegnato nel settore immobiliare; negli anni scorsi la mia collaborazione col Baco da Seta era piuttosto saltuaria; a partire dal 2019 però sta diventando sempre più intrigante.