Ordinanza revocata

Ascolta questo articolo

Il Sindaco di Sona ha appena emesso l’ordinanza 138 – anche questa in realtà firmata dal Vicesindaco Di Stefano – ad oggetto “Revoca ordinanza n. 137 del 19.11.2009 Ordinanza contingibile ed urgente di divieto di utilizzo per uso potabile dell’acqua prelevata da acquedotto comunale nella frazione di Lugagnano”.

 

Nella nuova ordinanza il Sindaco Gualtiero Mazzi “vista la nota dell’Azienda ULSS n. 22, pervenuta via fax in data 20/11/2009 prot. n. 25433 con la quale si comunica che il rapporto di prova n. 51767 del 20/11/2009 relativo al campionamento eseguito in data 19/11/2009 presso il punto rete Lugagnano Via di Mezzo da parte dello scrivente Servizio, evidenzia che i parametri rilevati (erbicidi) rientrano nei limiti stabiliti dalla norma” e “ritenuto che alla luce dei suddetti risultati non sussistono più le condizioni di non potabilità per il consumo umano dell’acqua prelevata dall’acquedotto pubblico nella frazione di Lugagnano” revoca l’ordinanza n. 137 emessa ieri.



Da questo momento pertanto è nuovamente e pienamente bevibile ed utilizzabile per ogni scopo l’acqua del rubinetto a Lugagnano.


Articolo precedentePesticida nell’acqua a Lugagnano
Articolo successivoNuove rivelazioni sul delitto Meche
Mario Salvetti
Nato nel 1969, risiede da sempre a Lugagnano. Sposato con Stefania, ha due figli. Molti gli anni di volontariato sul territorio e con AIBI. Nella primavera del 2000 è tra i fondatori del Baco, di cui è Direttore Responsabile. E' giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Veneto. Nel tempo libero suona (male) la batteria.