Ora anche Mancalacqua ha la sua Stella. Grazie ad Antonio e Morena, alla comunità e al Bar dalla Palpetta

Un simpatico ritrovo, dal sapore e dai sapori antichi, venerdì 8 dicembre ha suggellato l’apertura del periodo Natalizio anche a Mancalacqua di Lugagnano.

Cuore dell’appuntamento, pensato per festeggiare l’accensione delle luminarie natalizie e addirittura di una Stella Cometa che rallegrano la via principale di Mancalacqua, è il Bar Pazzini, universalmente noto come “Bar Palpetta”.

Le anime dell’iniziativa che ha portato le luminarie natalizie nel cielo di Mancalacqua sono due, Antonio Fazio e Morena Benetti.

“Ancora lo scorso anno vengo qui al bar a prendere un caffè – ci racconta Antonio -, parlo con Morena, una delle titolari del bar, e ci diciamo: perché non lanciamo l’idea di portare le luci di Natale a Mancalacqua? Un’idea che sembrava irrealizzabile e che invece ha subito preso corpo e concretezza semplicemente affiggendo un cartello alla porta del bar, e chiedendo di partecipare. Sono stati, infatti, in tanti a contribuire, ognuno per le proprie disponibilità. Cittadini di Mancalacqua che si sono sentiti uniti in questa idea, e che hanno voluto essere della scommessa. Un bellissimo segno di comunità”.

“L’anno scorso siamo riusciti ad accendere le prime luci. E così quest’anno – prosegue Morena – abbiamo voluto dare continuità al progetto, allargandolo a via Volturno dove sono comparse nuove luci e aggiungendo una bella Stella Cometa”.

Stella Cometa che risplende orgogliosa proprio di fronte al Bar Pezzini.

Oltre ai cittadini e ai clienti del Bar, un importante aiuto per acquistare le luminarie è arrivato dal Calcio Club Hellas Verona Mancalacqua che proprio nel bar ha la propria sede, e dalla Macelleria Molon, da pochi mesi trasferitasi con il negozio proprio a Mancalacqua e quindi immediatamente reclutata.

“I nostri ringraziamenti – ci tengono a sottolineare Antonio e Morena – vanno anche al Sindaco Mazzi e all’Amministrazione comunale, che ci hanno permesso lo scorso anno e anche quest’anno di allacciarci con le luminarie alla rete di illuminazione pubblica. Un ringraziamento che facciamo direttamente all’Assessore Elena Catalano (sopra, con Antonio e Morena) che stasera ha voluto essere dei nostri. Ed ora per il prossimo anno l’idea è di coinvolgere altre vie, come ad esempio via Ticino”.

Ed ecco che torniamo al momento di festa di venerdì 8 dicembre. In tanti si sono dati appuntamento nel Bar “dalla Palpetta” per festeggiare l’inizio del periodo natalizio e le nuove luminarie. Le vettovaglie sono stare garantite, e non poteva essere diversamente, dall’ottimo Alessandro Molon, con una sublime pentolona contenente addirittura venti chili di fumante pearà, a cui si aggiungevano cotechino e trippe a volontà.

E proprio nel momento culmine, durante i brindisi, nel bar sono piombati, non aspettati ma assolutamente tempestivi, i volontari del Gruppo Stella, che con chitarre e fisarmoniche hanno trascinato tutti con i loro bellissimi canti natalizi. Ed è stata festa vera.

Fuori, la nuova Stella Cometa sembrava brillare ancora di più.

.