Odori in val di Sona: il questionario delle polemiche

Ascolta questo articolo

Dopo i trascorsi delle precedenti assemblee organizzate dal Comitato Cielo e Terra, del 17 ottobre e 15 novembre 2007, due importanti novità si annunciavano per la risoluzione della questione odore in località La Valle a Sona.

Per primo, l’impegno da parte delle amministrazioni di Sona e Sommacampagna, nel distribuire un questionario predisposto dai medici di base di Sommacampagna, per raccogliere dati sanitari e verificare l’entità del problema sul territorio.

La buona notizia; durante l’ultima assemblea era annunciata la chiusura della Nord Bitumi per 4 settimane a partire dicembre, per permettere l’installazione di un nuovo impianto di abbattimento degli odori.

Sale di tono però in questi giorni la polemica riguardante la distribuzione dei questionari, per voce dell’Avvocato Castellini del comitato,che spiega: “La Nord Bitumi sta effettuando alcune opere che consistono soprattutto nello scardinamento dell’impianto più recente, per costruire un nuovo impianto d’abbattimento dei fumi. Siamo in trepida attesa, anche perché le promesse sin ad oggi non sono state mantenute.”

Ad oggi gli abitatati della Valle confermano che la Nord Bitumi è ancora chiusa, e nella parte sud dell’azienda fervono i lavori di ammodernamento dell’impianto di abbattimento degli odori.

Per tornare al questionario sugli odori: “E’ in distribuzione in questi giorni il questionario sugli effetti che le esalazioni maleodoranti provocano nei cittadini di Sommacampagna – spiega Castellini -. Il questionario che in un primo momento sembrava essere distribuito con il patrocinio del Comune di Sommacampagna, è stato confezionato a cura del comitato che si è visto apporre il veto dal Comune sul contenuto della cronistoria del Comitato. In un primo tempo il Sindaco aveva accettato di distribuirlo all’interno del Giornale del Comune, il questionario è stato solo di ciclostilarlo e di distribuirlo separatamente. Il Sindaco di Sommacampagna si è rifiutato di distribuirlo a Caselle e Custoza, decidendo che i cittadini della prima non dovessero essere allarmati oltre ai già grossi problemi sul territorio, decidendo così per loro.”

L’impressione dei rappresentanti del comitato Cielo e Terra è che l’aiuto del Comune di Sommacampagna si è arenato, per non offuscare il merito d’aver sbloccato la situazione come si afferma sulle pagine del giornalino comunale, producendo così un notevole danno alla raccolta dei dati che si volevano ottenere con il questionario.

La lamentale dell’avvocato Castellini prosegue: “La pubblicazione istituzionale del questionario, con la dicitura Comune di Sommacampagna e l’inserimento all’interno dell’organo di stampa del Comune, avrebbe incoraggiato i cittadini a compilarlo, considerandolo un dovere civico. Se distribuito su tutto il territorio avrebbe costituito una mappatura significativa degli odori.”

Apprendiamo da alcuni cittadini residenti alla Valle che intanto il questionario non è ancora stato distribuito agli abitanti del Comune di Sona, sebbene nell’assemblea del 15 novembre 2007 l’amministrazione comunale aveva dato rassicurazioni in tal senso. Prosegue il nostro impegno di seguire con gli aggiornamenti sui prossimi sviluppi.