Odori dalla discarica Siberie: “forse provengono da cumuli di fertilizzante”. Il VIDEO del Consiglio Comunale di Sommacampagna

Lo scorso 21 settembre si è tenuta la seduta del Consiglio Comunale di Sommacampagna nella quale si è trattato del problema degli odori provenienti della discarica Siberie, situata a Caselle ma posizionata a ridosso dell’abitato di Lugagnano in zona Mancalacqua.

Riproduciamo qui sotto la ripresa video della seduta consigliare. Dalla terza ora del video, minuto 51 e dieci secondi inizia la discussione sulla discarica Siberie, che parte dall’interpellanza proposta dal Consigliere di minoranza Augusto Pietropoli capogruppo della lista “Centrodestra per Sommacampagna”, per chiedere informazioni a seguito di un articolo del Baco (LEGGILO QUI). Discussa di seguito anche un’interpellanza del Movimento 5 Stelle, sullo stesso argomento (LEGGI QUI).

Interessante la visione del VIDEO, perché vengono indicate direttamente dalla voce dell’Assessore all’Ambiente le motivazioni che fornisce l’Amministrazione Comunale di Sommacampagna sulla situazione degli odori presenti nella zona e, in generale, sullo stato della discarica.

L’Amministrazione comunale ha ammesso, come riportato dal Baco, di non aver mai risposto ufficialmente alla richiesta di informazioni del Sindaco di Sona, ma di averlo fatto in maniera informale nel corso di incontri che si tengono spesso tra le due Amministrazioni.

Entrando nel merito della vicenda, l’Amministrazione Comunale di Sommacampagna, nelle more di ulteriori accertamenti ancora in corso, ipotizza che l’odore non provenga dalla discarica ma da tre altri siti dove vi è la presenza di tre enormi cumuli di un “prodotto fertilizzante particolare”, un prodotto derivato dal compost e originato dalla raccolta dell’umido, che avrebbe un odore assimilabile a quello della discarica.

Nel VIDEO, dal minuto indicato, la discussione integrale.

Mario Salvetti
Nato nel 1969, risiede da sempre a Lugagnano. Sposato con Stefania, ha due figli. Molti gli anni di volontariato sul territorio e con AIBI. Nella primavera del 2000 è tra i fondatori del Baco, di cui è Direttore Responsabile. E' giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Veneto. Nel tempo libero suona (male) la batteria.