Obiettivo cinema: “Voldemort: Origins of the Heir”, di Gianmaria Pezzato. Un fanfilm sull’universo di Harry Potter

Trama e Recensione

Grisha Mac Laggen, discendente di uno dei quattro fondatori di Hogwarts, Godric Grifondoro, viene catturata e interrogata da alcuni auror. Sotto gli effetti del veritaserum, una pozione che, una volta assunta, obbliga a dire la verità, Grisha confessa che è alla ricerca del diario di Tom Riddle, che aveva conosciuto ad Hogwarts in gioventù, poiché crede sia collegato all’omicidio di un discendente della famiglia di Tassorosso.

Voldemort: Origins of the Heir racconta gli eventi che hanno portato Tom Riddle a diventare Lord Voldemort. Numerosi, infatti, sono i riferimenti alla saga originale di Harry Potter, in particolare al sesto capitolo, Il principe Mezzosangue.

Si tratta di un fanfilm che ha attirato l’attenzione di oltre 7 milioni di utenti su YouTube in soli tre giorni, della stampa e della casa di produzione Warner Bros. Quando nel 2016 il giovane regista Gianmaria Pezzato e il produttore Stefano Prestia hanno annunciato il loro progetto, aprendo una campagna di raccolta fondi sulla piattaforma Kickstarter, la Warner ha fatto interrompere tutto per motivi di copyright.

Solamente a giugno dell’anno scorso è stato concesso alla casa di produzione Tryangle Films di completare il mediometraggio, purché “fosse totalmente un progetto no-profit e si specificasse che si tratta di un’opera girata da fan, che non ha a che vedere né con loro né con Rowling”.

Pezzato ha aperto quindi una finestra su ciò che c’è dietro alla storia principale raccontata nei magnifici libri della Rowling, offrendo una propria versione di una parte della vita del villain di Harry Potter. Un’operazione simile è già stata fatta dalla Warner, con lo spin-off di Animali fantastici e dove trovarli (qui la nostra recensione).

Nonostante il budget sia irrisorio (pari a circa 15 mila euro) in confronto a quanto sostenuto dalla Warner Bros per la realizzazione degli altri film ambientati nell’universo nato dalla penna della Rowling, il risultato è sorprendente: i costumi sono alquanto curati, la scenografia elaborata, gli effetti speciali efficaci e sofisticati.

Non si può affermare che la sceneggiatura sia impeccabile (qualche buco c’è), ma sta bene accanto al racconto originale. Se non fosse per l’abuso di primi e primissimi piani, anche la regia sarebbe sempre apprezzabile.

Voldemort: Origins of the Heir induce lo spettatore a compiere delle riflessioni: sebbene sia un mediometraggio nato dal nulla, prodotto grazie al crowfunding e realizzato per passione, il livello di qualità prescinde dall’economicità grazie, probabilmente, alla creatività e alla perseveranza di alcuni giovani italiani.

Il film può essere visto gratuitamente su YouTube cliccando su questo link.

La Scheda

“Voldemort: Origins of the Heir”, regia di Gianmaria Pezzato, 2018

La Valutazione

3,5 stelle di 5

Il trailer