Nuovi dissuasori di velocità a Lugagnano, molte le proteste: “sono troppo alti”

Uno dei due nuovi dissuasori posizionati in via Pelacane a Lugagnano.
Ascolta questo articolo

L’installazione di due nuovi dissuasori di velocità a Lugagnano lungo via Pelacane, l’arteria che conduce dal centro della frazione a Bussolengo, ha creato molti commenti (e qualche protesta) per la conformazione stessa dei due dissuasori.

In tanti li segnalano, infatti, come troppo alti rispetto al manto stradale e quindi possibile causa di danni per le autovetture e, addirittura, come possibili trappole soprattutto per i motociclisti.

Una nostra lettrice, Luisa, ci ha mandato una mail proprio su questo argomento.

Gentile redazione, mi rivolgo a voi in quanto non so chi è il responsabile in Comune per la segnaletica delle strade.

Ho percorso via Pelacane direzione Bussolengo – spiega Luisa – e mi sono trovata davanti ad un cartello che indicava il dosso con un altro cartello di divieto velocità 30 orari. Ovvio che ho rallentato ma la mi bassa velocità non è bastata, ho pensato: adesso mi rimane qui la macchina; poi ne trovo un altro rallento e arrivo a velocità “0” e anche quella era troppa.

Per prima cosa proporrei di cambiare il cartello della velocità da 30 a 0 e poi la scritta attraversare a piedi e attenti a non inciampare! Ci sarà sicuramente un motivo direi “perverso” per un dosso di tale altezza. Che siano stati fatti – scrive ironicamente Luisa – degli accordi con i meccanici? Se qualcuno mi può rispondere o indicarmi a chi mi devo rivolgere ringrazio molto.

Scusate un’altra cosa prima di finire abusando sempre della vostra disponibilità: in paese ci sono lavori in corso marciapiedi ecc. ottimi, suggerirei sempre al responsabile, forse il Sindaco, che la via dove abito (via Betlemme) è molto trafficata da auto ma soprattutto biciclette, pedoni, sportivi (è frequentata anche da Assessori del comune) e mi sembra impossibile che nessuno noti quanto questa via sia cambiata nel tempo e non si pensi a dotarla di una pista ciclabile/pedonale per la sicurezza di anziani, giovani e bambini.

Spero che la soluzione – conclude Luisa – non sia i dissuasori come via Pelacane e località Canova.