Ascolta questo articolo

Sono tornate quest’anno in tutto il Comune di Sona le luminarie natalizie.

Dopo alcuni anni di buio, a causa dei necessari tagli dovuti alla crisi economica, quest’anno i Negozi Associati di Lugagnano e la ProLoco Sona, con la collaborazione del Comune, hanno deciso di impegnarsi per ridare questi simboli natalizi ai nostri paesi.

L’idea ricade all’interno di alcune iniziative di promozione del territorio previste dalla Consulta per il commercio, l’artigianato, le attività turistiche e ricettive.

Quest’anno si è proceduto ad un primo acquisto di luminarie, circa cinquanta, che sono state installate a Lugagnano, Palazzolo, San Giorgio e Sona. Con l’obbiettivo di acquistarne ulteriori nei prossimi anni, per rendere ogni Natale i centri urbani sempre più belli. Proprietaria delle luminarie è la ProLoco, mentre è il Comune a metterci l’energia elettrica.

A Palazzolo e a San Giorgio, in realtà, non era mai cessata la tradizione delle luminarie natalizie, e quindi le nuove luci vengono ad aggiungersi a quelle già presenti.

Ed è proprio da San Giorgio in Salici ci ha contattati Angelo Tosoni, che fa parte del gruppo che da sempre cura le luminarie nella frazione e che ci tiene a illustrare i motivi di quelle luci, che sono ben più che semplici luci.

“Ritengo importante spiegare il significato dei simboli natalizi installati e comunicarlo alla gente, in maniera che diventino non solo luci.  In occasione del Santo Natale San Giorgio è stato addobbato a festa. Nelle vie del centro sono stati installati simboli natalizi luminosi di varie forme e colori. Il colpo d’occhio è spettacolare. Però oltre al fattore estetico – spiega Tosoni – interessa anche dare risalto al messaggio natalizio”.

“Ciò è stato fatto – indica Angelo Tosoni – scegliendo elementi decorativi particolarmente significativi: l’Angelo ha annunciato a Maria che sarebbe diventata madre ed ai pastori la nascita di Gesù; il ghiaccio, rappresenta le incomprensioni, gli odi, gli egoismi, sono tutti elementi  che raggelano i nostri rapporti con gli altri; le candele accese sciolgono il ghiaccio come il messaggio del Natale, che se accolto, riscalda il cuore con sentimenti d’amore e di pace; la stella cometa ha guidato a rendere omaggio a Gesù personaggi di popoli lontani ed oscurandosi in presenza di cuori malvagi; il mondo con i colori dei cinque continenti, per dire che il messaggio di Gesù è per tutti i popoli, non solo per noi; le stelle sfavillanti che sicuramente hanno fatto da contorno a quella notte Santa e, per finire, le campane, le luci e gli auguri esprimono la festa e la gioia che c’è in noi che celebriamo la venuta del Signore. Buon Natale a tutti!”.

Nella foto sopra la via principale di Lugagnano con le nuove luminarie (Foto Pachera).

.