“Non condivido quanto avete scritto”. Il Consigliere Farina replica al Baco

A seguito dell’uscita in edicola del numero 70 del Baco, abbiamo ricevuto una lettera dal Consigliere Comunale Renato Farina che commenta un articolo nel quale si provava a fotografare la situazione politica attuale a Sona. Ecco l’intervento del Consigliere.

 

Gentile Mario Salvetti, 

 

in merito ad alcune espressioni nell’art. “Amministrazione a Sona – si vota il 26 maggio con il doppio turno” – da Lei firmato, mi permetto qualche osservazione premettendo che sono fra i lettori del Baco e credo anche in buoni rapporti con alcuni redattori. Da un po’ di tempo ho “costruito”, se così si può dire, un mio blog al quale confido le mie riflessioni riguardo anche la politica locale: “Insieme per Sona” è facile da trovare e forse utile anche a Lei  se ha voglia di curiosare un po’. Sul blog ora scrivono anche i miei amici del gruppo e questo per me è una grande soddisfazione. Da molto tempo non ho avuto l’occasione di parlare con Lei e da qui le mie osservazioni circa l’articolo sopra menzionato.

 


Signor Mario Salvetti non sono mai stato “in mezzo al guado” perché su ogni questione mi sono sempre espresso facendo in tal modo delle scelte e chi si comporta così o è sulla riva sinistra o su quella destra. Come uomo libero, su ogni questione della vita sociale esprimo il mio pensiero che non è sempre necessariamente dello stesso colore, ma rispecchia sempre le mie convinzioni. Credo fermamente che aderire a rigide e precostituite prese di posizione solo per la necessità di abbracciare una parte piuttosto che l’altra sia il primo passo verso la cattiva politica in quanto ritengo che le scelte più efficienti e fruttuose per la comunità siano quelle che si erigono su un dialogo aperto a più voci. Le buone proposte ed i validi progetti sono la priorità di ogni comunità, prima ancora di chi o di quale parte le veicoli sul territorio ed il mio senso di responsabilità ed amore per le cose buone mi motiva a sostenerle al di là di ogni altra futile questione.

 

Ecco perché alcune volte ho sostenuto i provvedimenti del Sindaco e altre volte sono stato in disaccordo… ma non mi sono mai sentito per questo in mezzo al guado. Purtroppo Lei e il suo giornale fate spesso l’errore di collocarmi vicino o lontano da certi personaggi in funzione delle classiche “voci bene informate”, senza peraltro sentire la mia opinione. Non credo sia auspicabile riportare illazioni ed estrapolare conclusioni senza sentire, in primo luogo, la versione del diretto interessato che è ragionevolmente  la più attendibile e rilevante, dimostrando in tal modo una seria sensibilità, volontà ed attenzione alla veridicità e completezza dell’informazione.

 

La invito pertanto a ufficializzare, come segno di trasparenza, le voci bene informate che hanno dialogato con Lei circa la mia posizione politica. Nel frattempo io continuo il mio impegno secondo quello che ritengo più giusto in pieno accordo con quanti hanno deciso di condividere con me questa esperienza.

 

Un cordiale saluto

Renato Farina