“Mi hanno telefonato spacciandosi per Carabinieri”. Nuova tentata truffa a San Giorgio in Salici

Dopo l’incredibile vicenda accaduta a Sona lo scorso 25 gennaio, quando due finti operatori della lettura del contatore dell’acqua hanno tentato un furto a danno di due anziani, entrando nella loro casa e mettendo in atto una serie di diversivi come falsi scoppi ed altri raggiri, arriva da San Giorgio in Salici un nuovo episodio di tentata truffa.

A contattare il Baco è la signora Roberta, che racconta quanto accaduto lo scorso mercoledì. “Ho ricevuto una telefonata sul telefono fisso di casa da una persona che si spacciava per un Carabiniere della Compagnia di Sona (che non esiste, NdR). Mi ha informato che doveva darmi una comunicazione su un mio famigliare”.

“Visto che non rispondevo a questa sua affermazione – prosegue la signora di San Giorgio in Salici – mi ha chiesto “Lei è la madre di…?” cercando di ottenere da me delle informazioni, il nostro cognome lo conosceva già. Alla mia risposta ‘di sicuro lei non è un Carabiniere’, ha riattaccato”.

“Spero possiate avvisare i cittadini – termina Roberta – di questi tentativi di truffa che purtroppo ultimamente si stanno moltiplicando e che spesso prendono di mira soprattutto le persone anziane e più deboli”.

Il consiglio è sempre quello, prestare la massima attenzione ed in caso di qualsiasi dubbio interpellare subito le forze dell’ordine.

La Redazione
Il Baco da Seta nasce nel 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews