Poste di Lugagnano: “Meglio affidarsi a Babbo Natale”

Ascolta questo articolo

Vi invio una copia del reclamo che ho presentato a Poste Italiane. Il meccanismo che hanno messo su – esternalizzando il servizio – potrebbe anche sperare di funzionare se non fosse che gli impiegati non hanno ancora capito come funziona.
Nicoletta Spataro

 

All’Ufficio Postale di Lugagnano
A Poste Italiane Centro – Verona

 

Oggetto: reclamo


In data 11/12/2009 ho ricevuto l’avviso allegato, pertanto in data 12/12/2009 mi sono recata presso l’Ufficio postale di Lugagnano per reclamare il pacco a me destinato o avere i necessari chiarimenti circa la consegna del medesimo.

 

 

A questo punto, la signora Addetta al servizio pacchi – della quale sarebbe molto semplice risalire al nominativo, circostanza per me non rilevante ai fini del reclamo in questione – mi ha dovuto convincere a ritornarmene a casa ad aspettare un ulteriore avviso, cioè la cartolina bianca dell’Ufficio Postale, che mi avrebbe comunicato la giacenza del pacco presso l’ufficio e solo allora avrei potuto procedere al ritiro, sostenendo che il pacco era in possesso della SDA e non dell’Ufficio Postale e cioè fino a quando non sarebbe arrivata, appunto, la “cartolina bianca”:

 

A me sembrava, invero, di avere già in mano un secondo avviso che in realtà mi segnalava la giacenza presso l’Ufficio Postale di Lugagnano e non sembrava affatto che ci sarebbe stato un secondo tentativo di recapito (essendo già quello indicato come secondo tentativo!) e che l’impiegata fosse, pertanto, incorsa in un grossolano errore.

 

Poi purtroppo l’idea buonista che un impiegato dell’ufficio possa anche saperne più dell’Utente, unitamente ad una certa ottimistica fiducia sulla gestione dei pacchi da parte dell’Ufficio Postale e di Poste Italiane in genere, ha purtroppo prevalso sui miei dubbi e sulle mie idee personali, con il risultato della restituzione del pacco al mittente per compiuta giacenza.

 

Non mi resta che fare tanti ringraziamenti all’impiegata che si è profusa in spiegazioni sbagliate, all’Ufficio Postale di Lugagnano che ha in tal modo gestito la consegna del pacco ed a Poste Italiane in genere per la ristrutturazione così efficiente posta in essere: sarebbe andato tutto bene se un Utente non avesse improvvidamente deciso di impiegare svariate risorse personali con l’assurda aspettativa che il pacco potesse essere recapitato al destinatario e quest’ultimo dal canto suo non avesse nutrito la favolistica aspettativa di riceverlo quando lo sanno tutti che a quell’epoca i regali li portava Santa Lucia.

 

Nell’accingermi a scrivere la mia letterina a Babbo Natale, che certamente non mancherà l’obiettivo e consegnerà entro stasera tutti i pacchi a Lui affidati, porgo i miei più distinti saluti.

 

Verona, 24/12/2009

Nicoletta Spataro