Medaglia d’oro per Vittoria Pimazzoni della polisportiva Palazzolo nel campionato italiano giovanissimi di karate

Si è conclusa il 19 dicembre scorso ad Ariccia (Roma) la finale del ventesimo Campionato Italiano Giovanissimi (12 e 13 anni) di Karate, nella specialità combattimento. Nonostante che la gara si sia svolta in un periodo di festività, a ridosso del Natale e con un maltempo che ha reso difficile la circolazione sulle strade italiane, è da sottolineare la grande partecipazione di Atleti provenienti da tutte le Regioni Italiane.

E’ proprio vero! Vittoria Pimazzoni, 14 anni il prossimo mese, residente a Pastrengo, è medaglia d’Oro al Campionato Italiano di Karate. L’atleta del Nippon Club karate della Polisportiva Palazzolo, dopo aver conquistato il titolo Regionale nel mese di novembre, accede alla Finale della FIJLKAM, Federazione Italiana Judo Lotta Karate ed Arti Marziali, a rappresentare il Veneto nel più importante appuntamento agonistico in programma per il 2009 riservato ai giovanissimi nel settore Karate.

Sono due gli atleti del Nippon Club Karate che hanno partecipato, grazie ai loro risultati, a questa importante manifestazione. Oltre a Vittoria anche Mattia Rubele di Lugagnano. Veniamo alla cronaca della gara, raccontata dal papà della neo Campionessa, il Maestro Roberto Pimazzoni. Ai nastri di partenza, assieme a Vittoria erano presenti ben venti atlete in rappresentanza di altrettante Regioni partecipanti al campionato. Al primo incontro Vittoria non ha problemi ad eliminare per un secco 3 a 0 la rappresentante della Sardegna, e dimostra subito di essere in giornata. Al secondo turno è la volta della rappresentante della Toscana, anche lei eliminata per 3 a 0. Siamo al terzo combattimento, chi vince questo incontro accede alla finale, la tensione è alta, si respira aria di medaglia. La forte atleta della Campania sembra essere alla portata dell’atleta Veronese, che imposta un combattimento che non lascia alcuna possibilità di replica, vincendo con il risultato di 2 a 1.

Siamo alla finale, Vittoria affronta l’altra finalista, rappresentante della Lombardia, con grande concentrazione consapevole delle proprie capacità. Il combattimento è un crescendo di tecniche e incitamenti che giungono dal parte del papà, posizionato sul bordo del tatami. Scade il tempo e i giudici assegnano per 2 a 1 la “vittoria” all’atleta Veronese. Grande gioia, abbracci ed emozioni indescrivibili.

Quanti sacrifici per arrivare fino a qui, quante rinunce, quanti bocconi amari… ma anche quante soddisfazioni e gioie che ci hanno regalato i nostri atleti! Gli attori di questo successo sono tanti e tutti hanno contribuito ad un gioco di squadra che si è dimostrato vincente. Innanzitutto al papà, il suo primo allenatore, che ha reso possibile questo risultato, che gli ha impartito ancora da piccola i primi rudimenti di questa affascinante disciplina trasmettendoli passione e costanza, all’istruttore Enrica Ganassini che l’ha seguita e accompagnata fin dalle sue prime gare, all’importante lavoro di Veronica Brugnoli atleta e allenatore per la preparazione tecnica in palestra, e a tutti i suoi compagni di palestra a Palazzolo e Pescantina, ma i veri protagonisti sono loro, i nostri Atleti che hanno dimostrato grazie al loto talento, il valore della nostra scuola!

Nelle foto Vittoria Pimazzoni sul podio più alto.