Maxi emergenza a San Giorgio in Salici: domenica esercitazione per la Protezione Civile

Domenica 9 maggio presso il Campo Sportivo di San Giorgio in Salici, il Sos di Sona ha organizzato un’importante esercitazione, simulando una maxi emergenza. Con quest’ultimo termine s’intende un improvviso evento straordinario che impegna per il soccorso risorse superiori a quelle che sono normalmente previste per le emergenze ed è necessario attivare mezzi eccezionali.

Domenica è stato simulato un crollo in un cantiere con il coinvolgimento di 10 vittime. All’esercitazione hanno partecipato 18 soccorritori, con tre ambulanze e un’automedica.

Riportiamo la cronaca dell’evento di Paolo Destro responsabile formazione del Sos, che insieme agli altri istruttori dell’associazione ha organizzato l’evento, ricordiamo: Elena Zocca, Alberto Coati, Simone Zandonà e Pierluigi Briggi.

Nell’articolo troverete alcuni termini, utilizzati nel gergo del soccorso sanitario. Il triage ad esempio è una procedura sanitaria che identifica la gravità della patologia di ogni paziente così da gestire le limitate risorse. L’obiettivo del triage è identificare precocemente i codici rossi, i pazienti più gravi, erogare un trattamento salva vita e successivamente stabilire le priorità di invio verso la stazione successiva della catena dei soccorsi. Con il termine cavie s’intende persone in buona salute che simulano però d’essere le vittime dell’evento, colpite da patologie sanitarie anche gravi.

Briefing e debrifing indicano la discussione tra i soccorritori delle problematiche rispettivamente prima e dopo l’evento, sono condotti attraverso l’analisi di gestione dell’evento in esercitazione ed eventuali riadattamenti al sistema dei soccorsi.