“Massima attenzione alla salute e al benessere”. Shefi Angel Timmy, direttrice della Farmacia Vitalba alla Grande Mela

Le farmacie, ormai da anni, rappresentano un punto di riferimento per la popolazione e per il servizio sanitario nazionale. A maggior ragione negli ultimi anni, questo riconoscimento è aumentato, visto il ruolo nel desaturare una sanità allo stremo dopo la pandemia.

Grazie all’ampia accessibilità e soprattutto alla professionalità del farmacista, portano un contributo fondamentale in prima assistenza, medicina preventiva e orientamento del cittadino, oltre che dispensare farmaci e dispositivi necessari per il trattamento di molte patologie. Il farmacista, in particolare, ha storicamente un rapporto di estrema fiducia con l’utente, soprattutto nelle realtà più piccole.

Andiamo oggi a conoscerne una farmacista molto importante per il territorio, Shefi Angel Timmy, direttrice della farmacia comunale Vitalba (nella foto di Mario Pachera), da ormai sei anni nel complesso del centro commerciale La Grande Mela a Lugagnano.

Sono nata e cresciuta in India e mi sono laureata in Farmacia all’Università di Kerala, nel 1998. Mio marito era già in Italia circa dal 1996, ma io ero diventata professoressa di tecnica farmaceutica, frequentavo un master ed ero ricercatrice nell’università dove mi ero laureata. Ho, dunque, terminato il mio percorso e nel 2002 ho raggiunto mio marito qua in Italia, dove ho iniziato la trafila per farmi riconoscere il titolo. Tramite il Ministero della Sanità, ho dovuto sostenere un esame in lingua italiana per la valutazione delle mie competenze. Una volta superato, sono stata abilitata e mi sono iscritta all’Ordine dei Farmacisti di Verona, con non poche peripezie. Nonostante ciò, nel 2006 il processo era completato: sono stata la prima farmacista straniera iscritta all’albo a Verona”.

Dopo 12 anni in una farmacia di Pescantina e una formazione continua in ambito di omeopatia e nutrizione, Shefi risulta vincitrice di un concorso per un posto di lavoro da direttrice.

La farmacia Vitalba ha aperto nel novembre 2017 ed è stata pensata ad indirizzo fitoterapico e omeopatico, nello specifico specializzata nella prevenzione della sindrome metabolica. Al momento in organico abbiamo altri cinque farmacisti, tutti con formazioni specialistiche in questi ambiti – ci spiega Shefi Angel Timmy. La collocazione della farmacia, infatti, la rende incline ad una grande affluenza con un ampio bacino di utenza: dagli abitanti del Comune di Sona a persone di passaggio, come i turisti. Si definisce dunque una farmacia ‘urbana’ e non ‘territoriale’. Il tipo di clientela è abbastanza concentrato nella fascia di età tra i 40 e i 65 anni, frequentemente colpita da sindromi che raccolgono tre manifestazioni cardine: ipertensione, diabete e colesterolo alto.”

Il motto che spinge la farmacia si individua anche nei vari servizi che offre. “Per prevenire lo sviluppo di questo quadro sindromico, al paziente predisposto noi offriamo consulenze di vario genere. Innanzitutto, possiamo fare una valutazione della composizione corporea con la bioimpedenziometria. Questa ci può dire il BMI del paziente, la circonferenza della vita e la percentuale di massa magra e massa grassa, quantifica l’acqua corporea e infine valuta le porzioni segmentali. Ciò lo rende un servizio utile non solo al paziente con stili di vita a rischio, ma anche per gli atleti che lavorano sulla propria composizione corporea o per chi ha la necessità di correggere la propria postura. Insieme a questa, vi è la possibilità di fare consulenze nutrizionistiche, il che strizza l’occhio anche allo sportivo. Infatti, in collaborazione con l’assessore allo sport del Comune di Sona Orietta Vicentini, stiamo lavorando per coinvolgere i gruppi sportivi del Comune”.

La direttrice Shefi Angel Timmy con tutto lo staff della farmacia comunale Vitalba.

“Inoltre – spiega la direttrice della farmacia comunale Vitalba – da un mese siamo partiti con la possibilità di fare elettrocardiogrammi in telemedicina, il che permette di avere convalida e referto da parte di un medico cardiologo nel giro di 15 minuti. Ciò è utile sia per le visite mediche sportive che per la medicina preventiva in ambiente di lavoro o scolastico, oltre che per il follow up di pazienti cardiopatici. Un altro servizio tempestivo è quello dell’esame delle urine, che in due minuti restituisce un referto, e permette, ad esempio, l’indagine di eventuali infezioni delle vie urinarie, o il follow up di pazienti in dieta chetogenica”.

Altro punto importante è che la Farmacia Vitalba dal 2019 è accreditata a Farmacia Rosa, che indica la competenza anche in consulenze per problematiche femminili, in tutte le fasce d’età. “Offriamo consulenza a ragazze che devono iniziare la pillola estroprogestinica dopo la prescrizione del ginecologo, che devono quindi essere correttamente informate sulla corretta assunzione e gli effetti collaterali. Oppure, alla donna prima o dopo la maternità, per esempio per problematiche di cui la mamma fatica a parlare col medico di base. O ancora nel periodo peri-menopausa, facciamo educazione circa la gestione della sintomatologia, sull’autopalpazione del seno o sulla terapia sostitutiva e di integrazione”.

La farmacia, infine, collabora con le realtà locali, per la raccolta ed eventuale ridistribuzione dei farmaci. “Se i farmaci sono scaduti – ci spiega Shefi Angel Timmy – provvediamo alla raccolta differenziata e allo smaltimento, mentre se sono ancora utilizzabili li indirizziamo ad associazioni del Comune, come il Centro Aiuto Vita di Lugagnano, il Sorriso di Palazzolo o il Gruppo del Malato, che possono impiegarli. Nello stesso modo vengono trattati quelli raccolti durante le campagne di adesione al Banco Farmaceutico. Il cliente, che generosamente dona una scatola, verrà poi informato della destinazione di tale farmaco”.

In conclusione, la farmacia Vitalba rispecchia tutti quegli aspetti che all’inizio sottolineavo come fondamentali per un territorio come Sona. Uno su tutti spicca: l’educazione sanitaria e al benessere. Questo emerge anche dalle pagine Facebook e Instagram della Farmacia Vitalba, dove vengono dati dei consigli di varia natura, oltre che pubblicizzate le campagne di sensibilizzazione su varie tematiche. Si può dire che la farmacia dispensi delle vere e proprie pillole.

Veronica Posenato
Nata nel 1996, risiede a Lugagnano. Diplomata presso il liceo scientifico Messedaglia a Verona nel 2015, si è laureata in infermieristica presso l'Università di Verona nel dicembre 2018. Scrive per il Baco dal 2010, alla ricerca di persone del Comune di cui raccontare le storie, per valorizzare ulteriormente il nostro territorio.