Martina, giovanissima arciera di Lugagnano, trionfa al Torneo Pinocchio: primo posto nazionale

Spesso ci si lamenta che i giovani d’oggi passano le loro giornate davanti agli innumerevoli schermi che ci circondano nella nostra quotidianità e non trascorrono abbastanza tempo all’aria aperta. Si accusa i ragazzi di aver perso interesse nello sport e di non dedicargli più il tempo necessario. Spesso questo è vero, ma per ogni regola c’è un’eccezione, e la nostra eccezione è Martina Sona, giovanissima arciera di Lugagnano, classe 2007.

Avevamo già incontrato Martina l’estate scorsa per farci raccontare della sua ascesa al prestigioso trofeo Pinocchio, ovvero ai campionati nazionali di categoria, dove si era aggiudicata il terzo posto.

Quest’anno non solo è riuscita a ripetere il grande risultato dell’anno scorso, ma addirittura è riuscita a migliorarlo raggiungendo il gradino più alto del podio.

“È stata un’emozione incredibile sentir chiamare il mio nomemi racconta Martina, senza riuscire a trattenere un ampio sorrisoperfino i miei allenatori si sono sciolti in lacrime quando mi hanno consegnato il trofeo. Sapevo di essere preparata per questa sfida; mi sono allenata duramente per tutto l’anno migliorando la mia tecnica di tiro e apportando qualche miglioria al mio arco. Nonostante questo però, naturalmente, un poco di agitazione rimane sempre. Soprattutto quando si devono affrontare gare così importanti. Inoltre ero un po’ preoccupata perché già l’anno scorso avevo ottenuto dei buoi risultati e avevo paura che si fossero create delle aspettative che non sarei stata in grado di mantenere”. Non è stato questo il caso, evidentemente.

“Avendo vinto quest’anno, non potrò partecipare al prossimo trofeo Pinocchio per poter lasciare spazio ad altri ragazzi e ragazze – continua la nostra giovane Robin Hood – ma mi sto già muovendo per trovare una nuova sfida cui sottopormi”.

Con gli occhi che brillano per l’emozione mi racconta dei suoi progetti sportivi futuri. “L’anno prossimo ho intenzione di prendere parte alla coppa delle regioni. Ho già gareggiato a livello regionale questo maggio per qualificarmi ai campionati nazionali, anche se ovviamente questa volta sarà più impegnativo. Infatti  per la coppa dovrò tirare dai 40 metri. Bisogna anche dire che sarà una prova parzialmente nuova per me, dato che, dopo la vittoria a Torino, ho gareggiato sulla stessa distanza a Meolo e sono riuscita ad ottenere il terzo posto, nonostante fossi un anno in anticipo”.

Insomma, Martina ha indubbiamente stoffa da vendere, come ci ha già dimostrato e come sicuramente continuerà a fare. A questo punto non ci resta che farle in bocca al lupo e augurarci di incontrarla al più presto per farci raccontare delle sue nuove vittorie.

“Mi sento di dover ringraziare i miei allenatori, senza i loro preziosissimi insegnamenti non sarei mai arrivata fin qui. Ma il grazie più grande naturalmente – conclude Martina – va ai miei genitori che mi sostengono e incoraggiano di continuo, accompagnandomi instancabilmente, non solo ad ogni gara, ma anche ad ogni allenamento”.

Diletta Gasparato

About Diletta Gasparato

Nata nel 2001 e residente a Lugagnano, studia presso il liceo classico Don Nicola Mazza a Verona. Scout dall’età di 8 anni.

Related posts