Lunedì al via la costruzione della nuova (attesissima) Scuola Elementare di Lugagnano

Ascolta questo articolo

Lunedì 16 gennaio è il grande giorno. Nell’area confinante con l’attuale Scuola Media Anna Frank, prendono infatti il via i lavori per la costruzione della nuova, e attesissima da molti anni, Scuola Primaria di Lugagnano (nelle immagini come sarà la scuola terminata).

I lavori, che avranno una durata complessiva di circa 14 mesi, verranno realizzati dall’Associazione Temporanea di Imprese costituita dall’Impresa Mak Costruzioni S.r.l. di Lavis per le opere edili e dall’Impresa Alca Impianti S.r.l. di San Giovanni Lupatoto per la componente impiantistica.

Si tratta di un intervento di quasi 4 milioni di euro, raro in questo periodo per l’Italia – indica il Sindaco Gianluigi Mazzi – e tutti sono frutto dei risparmi del Comune di Sona, senza nessun altro aiuto proveniente dalle iniziative della Buona Scuola. Un orgoglio per tutti i sonesi sapere che l’Amministrazione sfrutta bene i loro risparmi reinvestendoli nel territorio per il futuro dei bambini. Una scuola moderna, super ecologica, dotata di spazi didattici adeguati e ben progettati: un vanto.

Lugagnano è la frazione più popolosa del nostro Comune, con quasi novemila abitanti e con particolari e forti esigenze.  L’Amministrazione comunale conta di avere a disposizione la scuola per l’anno scolastico 2018/2019. Le classi che si insedieranno nel nuovo plesso saranno le Terze, Quarte e Quinte per un totale di circa 260 alunni e un massimo di 12 classi, mentre le Prime e le Seconde rimarranno ancora nell’attuale plesso in via don Minzoni.

rendering scuola elementare lugagnanoLa nuova Scuola Elementare si configura nell’ambito di una visione più ampia che prevede un polo scolastico collocato a sud-ovest rispetto degli attuali plessi costituiti dalla Scuola Media “A. Frank” e dall’Asilo Nido “Sull’Arcobaleno” e confinerà a nord con Via Carducci ed a Sud con una lottizzazione di prossima realizzazione. Sono previsti due parcheggi: uno più ampio pubblico aperto a tutti ed un parcheggio più piccolo riservato al personale docente che fruisce del polo scolastico.

Il Comune di Sona sta cercando ora i fondi economici per completare il plesso della Scuola Primaria con la costruzione delle aule per le classi Prime e Seconde.

Ci stiamo lavorando! – spiega il Sindaco Mazzi -. Al momento siamo inoltre concentrati sulla riorganizzazione degli spazi della Pellico: sarà necessario ampliare l’attuale zona didattica della Scuola dell’infanzia, ora sacrificata in luoghi molto ridotti. Stiamo valutando anche di spostare lì l’attuale Sala di lettura di Lugagnano per darle maggiori spazi e farla diventare la vera Biblioteca di Lugagnano, oltre a prevedere zone dedicate ad incontri e alle lezioni dell’Università popolare, che così si potranno tenere anche in orari diversi da quelli serali e, non ultimo, inserire uffici comunali per la popolazione. Insomma, con la nuova scuola, Lugagnano vedrà una rivoluzione scolastica, culturale e amministrativa.

In previsione dei lavori che partono lunedì il Comune di Sona ha inviato a tutti i genitori dei bambini dell’Asilo Nido comunale, ai genitori dei ragazzi della Scuola Media di Lugagnano e ai genitori dei ragazzi delle Classi IV della Scuola Primaria una lettera per segnalare modifiche temporanee alla viabilità, necessarie per la presenza dei cantieri.

“Per il periodo da gennaio a febbraio 2017 – viene scritto nella lettera – l’attuale accesso al parcheggio interno tra i due plessi verrà utilizzato anche per l’accesso dei mezzi di cantiere. Successivamente, a partire dal mese di marzo 2017, ed in ogni caso al termine dei lavori di efficientamento energetico del plesso Anna Frank, al fine di limitare parzialmente i passaggi dei mezzi di cantiere dall’accesso principale, verrà riservato a tali mezzi anche l’ingresso posto lungo il lato Ovest dell’edificio stesso. Nel parcheggio interno tra i due plessi (Nido e Secondaria di I°) verrà mantenuta la possibilità di parcheggio limitatamente al solo lato a ridosso dell’Asilo Nido, mentre gli altri parcheggi esistenti verranno eliminati allo scopo di consentire l’accesso ai mezzi di cantiere. All’Asilo Nido dovranno essere destinati i primi sei parcheggi a partire all’ingresso del Nido stesso. Nel parcheggio interno tra i due edifici (Nido e Secondaria di I°) – prosegue la comunicazione – verranno realizzati ulteriori cinque parcheggi e saranno posizionati al termine del percorso carraio lungo il lato Sud della palestra. Il totale dei parcheggi risulta infine così individuato: n. 19 parcheggi di cui n. 6 riservati all’Asilo Nido e n. 13 riservati alla Scuola sec. di I°. Tali parcheggi potranno essere temporaneamente interdetti all’utilizzo o ridimensionati nel numero per particolari e pericolose lavorazioni durante le fasi di cantiere. Si rende inoltre obbligatorio informare il corpo docente nonché i genitori sull’assoluto divieto di parcheggio fuori dagli spazi autorizzati indicati nei punti di cui sopra. Su tali aree saranno protetti e ben evidenziati i percorsi pedonali, così come indicato sulle planimetrie di cantiere”.