Lugagnano: scomparso Raffaello Manzato, fu Amministratore e padre nobile della nostra comunità

E’ scomparso il 16 marzo all’età di 88 anni Raffaello Manzato, residente a Lugagnano.

Fu Consigliere comunale a Sona nel periodo 1956-60 a 27 anni. Per il mandato successivo riuscì ad ottenere, in qualità di Segretario della sezione di Lugagnano del Partito, che la lista della Democrazia Cristiana per le elezioni contenesse per la prima volta il nome di una donna, Primetta Guglielmi. Non fu cosa facile.

Per motivi di lavoro, lasciò il Comune per alcuni anni. Al suo rientro riavviò la sua attività nel civico operando in associazioni locali e provinciali del settore sociale.

Rientrò quindi in Amministrazione comunale quale Assessore nel periodo 1975-80 e 1985-90 e ViceSindaco fra gli anni dal 1980 al 1985.

Negli anni 1970-75 fu eletto Consigliere comunale di Sommacampagna.

Fu padre nobile della nostra comunità per scelte di solidarietà, attore principale in vicende importanti per Sona ed ispiratore per chi era desideroso di avviarsi ad operare per il “bene comune”.

Nell’impegno civico quotidiano si dedicò soprattutto ai settori dell’istruzione e della cultura, ottenendo alcuni risultati importanti come l’avvio dell’Università della Terza età nel 1987, poi trasformatasi l’anno successivo in quella del Tempo libero e quindi Popolare, tuttora attiva e molto apprezzata non solamente nell’ambito comunale.

“Un Amministratore comunale”, nella sobrietà dei suoi comportamenti, questa è la qualifica che Manzato si sarebbe sicuramente assegnato se qualcuno glielo avesse chiesto.

Sul prossimo numero del Baco racconteremo la vita e le tante opere di questo fedele servitore della nostra comunità.

I funerali si terranno lunedì 20 marzo alle ore 15.30 nella chiesa parrocchiale di Lugagnano.

Alla famiglia le condoglianze del Baco.