Lugagnano: anche il profumo della neve per i banchetti natalizi della solidarietà

Una vera folla si è assiepata stamattina domenica 10 dicembre sulla piazza della Chiesa di Lugagnano, grazie all’iniziativa dei banchetti della solidarietà e nonostante una temperatura particolarmente rigida.

Presenti tanti gruppi e tante associazioni: Il Dono, La Tenda della Fraternità, il Centro Aiuto Vita, il Gruppo Primavera, il Comitato Genitori di Lugagnano, l’ACR, la Lega Italiana Fibrosi Cistica, l’Unitalsi, ANTS, le scuole dell’infanzia parrocchiale e statale, gli Alpini, gli Scout, i Compagni di Jeneba, l’AVIS e gli Amici del Nicaragua.

Ogni banchetto era un trionfo di colori, di lavoretti, di torte, di oggetti natalizi, il tutto finalizzato a raccogliere fondi per l’autofinanziamento oppure per progetti di solidarietà sia locali che missionari.

Un bellissimo esempio di come si possa condividere con tutta la comunità l’attività che viene portata avanti durante l’anno. Chiedendo aiuto ai concittadini per i progetti che sui quali si sta lavorando.

A rendere tutto ancora più natalizio, oltre ai moltissimi copricapi da Babbo Natale o da renna ed alcuni lavori del corso presepi del NOI, l’ottimo vin brulè con il pandoro degli Alpini e, novità, il cotechino con la pearà e il salame con la polenta degli Scout.

Un profumo di neve, con qualche fiocco che ogni tanto scendeva dal cielo, ha ricamato alla perfezione l’atmosfera di festa.

.

Articolo precedenteLugagnano: il Comune realizza marciapiedi e piste ciclopedonali nelle vie Mancalacqua, Pelacane, Canova, De Gasperi e Fiume
Articolo successivoFesteggiamenti di Santa Lucia a Lugagnano e Sona: appuntamenti a cui non mancare
Nato nel 1969, risiede da sempre a Lugagnano. Sposato con Stefania, ha due figli. Molti gli anni di volontariato sul territorio e con AIBI. Nella primavera del 2000 è tra i fondatori del Baco, di cui è Direttore Responsabile. E' giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti del Veneto. Nel tempo libero suona (male) la batteria.