Lugagnano: investe un semaforo alle sette di mattina. Rintracciato dopo qualche ora

La mattina dell’11 agosto scorso, attorno alle ore 7, un’autovettura ha investito il semaforo che da via Canova immette su via Pelacane, posizionato in adiacenza alla recinzione dei Poliambulatori del Centro Vesalius.

Lo scontro è stato particolarmente violento tanto che il semaforo, un nuovo modello installato da poco dal Comune, è stato divelto. Il fragore dell’impatto è stato notevole, e chi risiede attorno a quell’incrocio non ha potuto non uscire di casa per capire cosa era successo.

Eppure l’autore dell’incidente, che risiede a Lugagnano, non si è fermato e non è stato rintracciabile – spiega il Sindaco di Sona Mazzi – fino a quando si è potuti risalire al nominativo tramite la targa segnalata da alcuni cittadini. Sentito dalla Polizia Locale, ha dichiarato che l’impatto è avvenuto mentre girava in direzione Bussolengo ma di non essersi accorto della gravità del danno, che ora comunque dovrà risarcire.

Avvertiti dell’incidente i Vigili di Sona sono subito intervenuti e alle 8.20 il transito delle autovetture risultava già posto in sicurezza.

Dall’11 agosto l’incrocio non è pertanto regolato dai semafori, con qualche inevitabile problema alla circolazione su una direttrice molto trafficata. Il palo di sostegno è stato ripristinato (come si vede nella foto sopra) e il Comune ha ordinato un nuovo impianto semaforico che dovrebbe essere disponibile a breve, per poi essere subito installato.